quotidiano nazionale
16 mag 2022

Incendio Monterotondo, fabbrica di vernici devastata dalle fiamme. Si teme la nube tossica

L'allarme è stato esteso ai Comuni della zona, vietato aprire le finestre e fare attività all'aperto. Escluse le cause dolose, Arpa sta effettuando il monitoraggio dell'aria

16 mag 2022
L'incendio nella fabbrica divernici vicino a Roma (Monterotondo), 16 maggio 2022.
ANSA/Marco Rosati
L'incendio nella fabbrica di vernici vicino a Monterotondo
L'incendio nella fabbrica divernici vicino a Roma (Monterotondo), 16 maggio 2022.
ANSA/Marco Rosati
L'incendio nella fabbrica di vernici vicino a Monterotondo

Roma, 16 maggio 2022 – Si estende a tutti i Comuni della zona l'allarme scoppiato a seguito del vasto incendio in un magazzino di produzione di vernici nella zona industriale di Monterotondo, a nord di Roma. Oltre 2mila mq sono state completamente invase dalle fiamme, da lì è partita una densa colonna di fumo nero che sta allarmando l'intero quadrante. Gli esperti di Arpa Lazio stanno effettuando rilevazioni per il monitoraggio di qualità dell'aria. Ecco cosa è successo oggi a Monterotondo Scalo

Le prime verifiche sui "possibili punti d'innesco" hanno escluso possibili cause dolose. Secondo quanto si è appreso, entro le prossime ore gli investigatori dei vigili del fuoco trasmetteranno alla Procura di Tivoli una prima informativa rispetto alla vicenda. Allo stato comunque – si sottolinea – il rogo, durato per oltre quattro ore, ha avuto origine per "cause imprecisate".

Dopo l'ordinanza emanata dal sindaco del Comune di Monterotondo, Riccardo Varone, di chiusura di porte e finestre e la relativa sospensione di tutte le attività all'aperto, anche i Comuni di Fiano Romano e Montelibretti, confinanti con il territorio di Monterotondo, hanno invitato le rispettive cittadinanze a chiudersi in casa. I Vigili del fuoco sono al lavoro dalle 12.45 per riportare la calma. Sul posto sono al lavoro anche gli addetti del nucleo Nbcr (Nucleare biologico chimico radiologico). Presenti anche le forze dell'ordine e 118.

È scattato il livello più alto d'allarme nella zona industriale di Monterotondo Scalo, a nord di Roma, dove intorno alle 13 si è propagato un vasto incendio nello stabile di un'azienda che produce vernici. Sospese le attività all’aperto in tutto il territorio comunale, vietato giocare nei parchi e fare sporti fino al cessato allarme. Porte e finestre chiuse nelle case e nelle aziende, vietato esporre alimenti fuori dai negozi e raccogliere frutta e verdura negli orti. Il sindaco di Monterotondo ha appena diramato un’ordinanza che invita i cittadini a "mantenere la chiusura delle porte e finestre delle abitazioni e delle attività, al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti, compresi gli impianti di areazione forzata (condizionatori ed impianti di aria condizionata) fino al cessato allarme”.

Cosa sta succedendo a Monterotondo Scalo: 

Chiesto il monitioraggio dell'aria

Una densa colonna di fumo nero visibile fino a Roma e ai Castelli Romani. E sono proprio i fumi a preoccupare i soccorritori, giunti immediatamente sul posto. "I vigili del fuoco stanno lavorando senza sosta per impedire la propagazione delle fiamme". È quanto riferisce il sindaco di Monterotondo, Riccardo Varone, nel secondo aggiornamento sul vasto incendio propagatosi in un magazzino di produzione di vernici nella zona industriale del Comune a nord di Roma.

"Per ora l'importante è impedire la propagazione delle fiamme, ma il Comune anche attraverso la protezione Cìcivile “si è già attivato per contattare l'agenzia regionale Arpa Lazio per un monitoraggio e la sicurezza dell'aria”, aggiunge il primo cittadino-

Incendio Monterotondo: le prime immagini
Incendio Monterotondo: le prime immagini

Cosa dice l'ordinanza

È fatto altresì divieto di svolgere “attività all'aperto, comprese manifestazioni, attività ludiche, attività sportive in genere ed altri eventi programmati all'aperto, nonché la frequentazione di spazi all'aperto da parte di animali domestici; di esporre prodotti alimentari fuori degli esercizi di vendita; la raccolta ed il conseguente consumo di frutta e verdura presso orti domestici e aziende agricole".

Aziende evacuate, strade chiuse

A scopo precauzionale le altre aziende più vicine al capannone incendiato sono state fatte momentaneamente evacuare, mentre le unità dei vigili del fuoco stanno cercando di domare le fiamme, operazione resa complicata dall'elevata infiammabilità dei materiali contenuti nello stabile. Chiuse anche le strade intorno alla fabbrica, che si trova tra via Leonardo da Vinci e via Pacinotti.

I carabinieri della compagnia di Monterotondo hanno isolato il perimetro del magazzino, mentre al momento, la circolazione risulta regolare sulla vicina strada statale Salaria. Il sindaco di Monterotondo, Riccardo Varone, ha invitato la cittadinanza a non recarsi sul posto. "È in corso un importante incendio, all'interno di un'azienda che si occupa di produzione di vernici, in zona industriale”, ha scritto il primo cittadino del centro abitato di circa 60mila abitanti a nord di Roma.

Il sindaco: "Tenete chiuse le finestre"

“Sono prontamente intervenute squadre dei vigili del fuoco – fa sapere il sindaco – sono presenti in loco carabinieri, polizia locale e protezione civile. Si raccomanda massima prudenza e di seguire le indicazioni fornite dalle forze dell'ordine, si consiglia inoltre di tenere chiuse le finestre delle abitazioni". Al momento, a parte una lieve intossicazione per il proprietario dello stabile, non risultano feriti. Sul posto sono presenti i carabinieri di Monterotondo e tre squadre dei vigili del fuoco.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?