19 mar 2022

Roma, Giuseppe Moccia, confermata la sorveglianza speciale: elevata pericolosità sociale

Il nome del 39enne,  al centro di diverse indagini e ferito un anno fa con un colpo di pistola a Tor Bella Monaca, era tornato sulle cronache dopo lo sgombero di alcuni appartamenti Ater 

Toghe
Toghe

Roma, 19 marzo 2022  - Tre anni e sei mesi, confermata dal tribunale  la sorveglianza speciale con l'obbligo di soggiorno nel comune di residenza per Giuseppe Moccia. ''Dagli atti esaminati emerge con chiarezza la incontestabile attuale elevata pericolosità sociale del Moccia che, in tutte le vicende in cui è stato coinvolto dopo la sua scarcerazione - si legge nel provvedimento della sezione del Tribunale specializzata nelle misure di prevenzione - ha manifestato un elevato livello di aggressività e violenza'' con ''atteggiamenti minacciosi e prevaricatori, manifestando comportamenti di aperta sfida verso i suoi interlocutori e le vittime delle sue condotte, vantandosi del suo passato criminale, utilizzato per incutere timore e indurre le persone a sottomettersi alle sue pretese e alla sue accese intemperanze''. 

Il nome del trentanovenne, finito al centro di diverse indagini e ferito un anno fa con un colpo di pistola a Tor Bella Monaca, era tornato di recente sulle cronache dopo lo sgombero dello scorso settembre di alcuni appartamenti Ater occupati abusivamente: in uno di questi i carabinieri trovarono Moccia con la moglie. Pochi mesi prima, nel giugno dello scorso anno, ha partecipato all'aggressione ai danni di Tiziana Ronzio, presidente della associazione 'Tor più bella', già premiata dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella come ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il suo impegno nella riqualificazione di Tor Bella Monaca.

Inoltre è emerso dalle informative trasmesse dai carabinieri che il trentanovenne, dopo la scarcerazione, è stato denunciato, tra gli altri, per minaccia e violenza a pubblico ufficiale, gli è  stata contestata l'inosservanza ai provvedimenti anticovid e la guida senza patente. Nei confronti di Moccia il pubblico ministero, dopo gli accertamenti svolti dalle forze dell'ordine, ha chiesto l'esecuzione della misura di prevenzione ritenendo ''perdurante la spregiudicatezza e la pericolosità sociale del Moccia''. Richiesta accolta dal Tribunale con la misura notificata dai carabinieri della stazione di Tor Bella Monaca.  
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?