turisti a Roma per Euro 2020
turisti a Roma per Euro 2020

Roma, 4 luglio - Mille agenti impegnati, 52 tifosi non in regola con le norme anti-Covid bloccati, 3 sottoposti a Daspo per 5 anni di cui 2 denunciati anche per resistenza a pubblico ufficiale. 
E' la sintesi della giornata di ieri in cui Roma ha ospitato la semifinale di Euro 2020 tra le nazionali di Ucraina ed Inghilterra e il piano di ordine pubblico concertato in sede di Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, tenutosi in Prefettura, ed attuato con ordinanza del Questore di Roma con la sinergica collaborazione di tutti gli enti nazionali ed internazionali coinvolti nell'organizzazione dell'evento, ha fatto sì che all'interno dello stadio e nel resto della città non si verificassero criticità.

52 tifosi non in regola intercettati

I controlli preventivi, ha reso noto la Questura, hanno consentito, tramite il confronto degli elenchi nominativi dei voli provenienti da Inghilterra e Ucraina con quelli dei biglietti venduti, di intercettare 52 tifosi giunti nella Capitale oltre il tempo utile per effettuare la prescritta quarantena, ai quali, oltre ad essere intimato di non recarsi allo stadio, è stato invalidato il biglietto dagli organi competenti. 
Due tifosi hanno cercato di eludere il controllo fornendo delle false generalità agli agenti, per loro è stata inviata un'apposita informativa di reato alla Procura della Repubblica.

Controlli nella fan zone

Nei controlli per le principali vie del centro, soprattutto quelle limitrofe alla fan zone, sono stati individuati e sanzionati 10 tifosi non in regola con le norme anti contagio. A ridosso dello stadio, i controlli presso i 5 checkpoint per la verifica delle normative anti-Covid, hanno permesso di respingere 50 tifosi per mancanza dei requisiti, a cui è stato prescritto di tornare nelle proprie strutture alberghiere, ove sono stati opportunamente monitorati. 
Tre tifosi, 2 di nazionalità ucraina ed uno tedesco, sono stati sottoposti a Daspo di 5 anni dal Questore di Roma. In particolare uno ha tentato di scavalcare le barriere di separazione  tra gli spalti mentre gli altri due sono stati anche denunciati per resistenza a pubblico ufficiale .