28 apr 2022

Epatite pediatrica, terzo caso sospetto nel Lazio: è un bimbo di meno di 12 mesi

Il piccolo è ricoverato in buone condizioni, presenta forma a eziologia sconosciuta. Al lavoro sui casi l'Ospedale pediatrico Bambino Gesù e l'Istituto malattie infettive Spallanzani

Roma, 28 aprile 2022 - "Nel Lazio abbiamo avuto un altro caso sospetto di epatite acuta in un bimbo inferiore all'anno di età, per cui i casi che ad oggi rientrano tra quelli ad eziologia sconosciuta, salgono a 3. Il bambino è di Roma, è ora in buone condizioni, è monitorato e ha le stesse caratteristiche degli altri". A renderlo noto Alessio D'Amato, assessore alla Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria della Regione Lazio, a margine del convegno "Vaccinazione del paziente oncologico. Nuove opportunità per la sanità pubblica", in corso al Ministero della Salute. Il primo caso autoctono è stato segnalato il 23 aprile, pochi giorni dopo, il 26 aprile, il secondo caso: colpita una bimba di 8 mesi.

Approfondisci:

Epatite acuta bambini: cosa sappiamo (per ora). Le ipotesi sulle cause

"Stiamo costantemente monitorando la situazione, non dobbiamo fare allarmismo ma mantenere un livello di attenzione alto", ha aggiunto l'assessore. Proprio questo alto livello di attenzione "ha portato a una sinergia tra Ospedale pediatrico Bambino Gesù e Istituto malattie infettive Spallanzani, per studiare meglio questo fenomeno. Auspichiamo la scienza ci dia presto risposte". 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?