13 lug 2021

Rifiuti Roma, cittadini in rivolta: "Se Ama non pulisce, il Quadraro disobbedisce"

Manifestazione di protesta, con blocco temporaneo di via Tuscolana, nel quartiere che si sente più colpito dalla mancata raccolta dell'immondizia e dai roghi appiccati nelle strade

protesta i cittadini del quartiere Quadraro per l'emergenza rifiuti
emergenza rifiuti a Roma

Roma, 13 luglio 2021 - "Se Ama non pulisce il Quadraro disobbedisce", "Il Quadraro non è una discarica". Tra gli applausi degli automobilisti, con questi striscioni, circa 50 persone hanno attraversato nel tardo pomeriggio di oggi via Tuscolana all'altezza di via dei Quintili, a Roma, per protestare contro i cumuli di rifiuti che da giorni stazionano attorno a cassonetti causando miasmi e problemi alla cittadinanza.
Il flashmob di protesta, che ha bloccato il traffico per alcuni istanti, è stato organizzato dal 'Comitato spontaneo Quadraro vecchio' al termine di una serie di incontri tra le varie associazioni del territorio. "Siamo molto preoccupati dai roghi di rifiuti che si stanno moltiplicando. Non vogliamo le montagne di spazzatura e non vogliamo respirare diossina. I nostri bambini, gli anziani, i diversamente abili del quartiere non riescono più a camminare sui marciapiedi", racconta Maurizio Mattana, residente della zona, che aggiunge: "Il nostro quartiere è abbandonato, più di altri. Lo sappiamo, giriamo per la città". 
La protesta, durata alcuni minuti, si è poi conclusa senza conseguenze. 
Al momento i cittadini, circa un centinaio, si sono radunati in assemblea per decidere i prossimi passi. "Nei prossimi giorni andremo sotto la sede del V Municipio. Il presidente Giovanni Boccuzzi ci deve spiegare il perché di questa situazione e se le lui non potrà risponderci siamo disposti ad accompagnarlo dall'assessora Ziantoni e dalla sindaca Virginia Raggi. Questa situazione deve finire", ha concluso il residente.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?