Roma, 3 ottobre 2021 – Ieri sera alle ore 23 a Roma si era recato alle urne il 37,64% degli aventi diritto al voto, contro una percentuale che, 5 anni fa, era stata del 57.96 (si votava però allora in una sola giornata). Si vedrà se i 20 punti percentuali di differenza potranno essere colmati entro oggi alle 15, quando chiuderanno le urne. Ieri il dato dell'affluenza alle ore 19 per la città di Roma era stato del 29,50% (contro il 39,40% di 5 anni fa), querllo delle 12  dell'11,83% (il 14,12% nel 2016)
Sono 22 i nomi in corsa per la carica di sindaco compreso l’attuale sindaca uscente Virgina Raggi (M5s), su un totale di 39 liste. Nel pomeriggio, il premier Mario Draghi ha votato a Roma. Elezioni Roma 2021, schede sbagliate nei seggi: elettori richiamati a votare

Le operazioni di voto si sono aperte alle 7 nei municipi e proseguiranno fino alle 23 di oggi, domenica 3 ottobre. Si voterà anche domani dalle 7 alle 15. Si sono concluse nel corso della notte le operazioni di surroga dei presidenti di seggio impegnati per le elezioni amministrative di Romache hanno rinunciato alla nomina. Elezioni Roma 2021, whatsapp per "influenzare gli elettori": il Codacon prepara l'esposto

Prosegue intanto l'apertura straordinaria delle municipalità per la sostituzione delle tessere elettorali. Oggi, le Municipalità saranno aperte dalle 7 alle 23 per il rilascio delle tessere elettorali, e lunedì 4 ottobre dalle 7 alle 15 Elezioni comunali 2021: alle 12 l'affluenza. Urne aperte per scegliere i sindaci

Come si vota

Due le schede consegnate agli elettori ai seggi: la scheda azzurra per votare il candidato sindaco ed esprimere eventuali preferenze dei candidati in lista per il consiglio comunale, mentre la scheda grigia servirà a esprimere la propria scelta su presidente e consiglieri delle singole municipalità di appartenenza.

Ecco come si vota. Si potrà barrare il nome del candidato sindaco (o sul nome del candidato presidente della municipalità sulla scheda arancione) e di una sua lista, sia all’interno della coalizione o anche non collegata con il voto disgiunto. Nel caso in cui si barri solo la lista, il voto andrà sia alla lista che al sindaco. Con il voto disgiunto, l’elettore può barrare una lista qualsiasi e scegliere un candidato sindaco di un altro schieramento politico. Accanto al simbolo scelto, si possono esprimere due preferenze, purché si rispeti la doppia preferenza di genere (una donna e un uomo), pena l’annillamento della seconda preferenza.

Tutti i candidati sindaco di Roma

Sono ventidue i nomi in corsa, compreso l’attuale sindaco Virgina Raggi (M5s), su un totale di 39 liste.

-  Virginia Raggi, 43 anni, è la sindaca uscente di Roma. L’avvocato, eletta primo cittadino nel 2016, si è ricandidata ufficialmente con l’appoggio del Movimento 5 Stelle. L’attuale sindaco di Roma è sostenuta dalle liste: M5s, Civica per Virginia Raggi, Roma ecologista, Sportivi per Roma, Roma decide, Con le donne per Roma.

Roberto Gualtieri, 55 anni, è il candidato sostenuto dalla coalizione di centrosinistra. Già parlamentare europeo, ed ex ministro dell’Economia durante il secondo governo Conte, Gualtieri è sostenuto dalle seguenti liste: Partito democratico, Psi, Roma Futura,  Europa Verde, Demos, Sinistra Civica Ecologista, Lista Civica Gualtieri Sindaco.

Enrico Michetti, 55 anni, è il candidato sindaco di Roma sostenuto dal centrodestra. L’avvocato, più conosciuto per i suoi interventi da tribuno a Radio Radio, è sostenuto da sei liste: Fratelli d’Italia, Lega, Liberali europei, Civica Enrico Michetti sindaco, Forza Italia-Udc, Rinascimento di Vittorio Sgarbi – Cambiamo di Giovanni Toti.

Carlo Calenda, 48 anni, è leader di Azione che lui stesso ha fondato nel 2019 dopo aver lasciato il Partito democratico. Già viceministro  dello Sviluppo economico dal 2013 al 2016 nei governi Letta e Renzi, diventa nel 2016 ministro dello Sviluppo economico nel governo di Paolo Gentiloni.

Rosario Trefiletti, 77 anni, è il candidato sostenuto da Italia dei Valori. Presidente di Federconsumatori, ha sempre lavorato nei sindacati, arrivando a ricoprire la carica di dirigente nazionale nella Cgil.

Gilberto Trombetta, 44 anni, giornalista sostenuto anche da Vox e Italexit, si candida alla poltrona di primo cittadino di Roma sostenuto dalla lista Riconquistare l’Italia. 

Monica Lozzi, 49 anni, è la presidente uscente del VII Municipio. Ex M5s, è la candidata sindaco di Roma sostenuta da Revoluzione civica.

Micaela Quintavalle, 40 anni, ex sindacalista, è la candidata sindaco del Partito Comunista di Marco Rizzo. 

Fabiola Cenciotti, 51 anni, pilota di aerei civili, è sostenuta dalla lista Popolo della famiglia di Mario Adinolfi.

- Margherita Corrado, 52 anni, ex M5s al Senato passata al gruppo Misto, è sostenuta dalla lista Attiva Roma.

Paolo Berdini, 72 anni, ex assessore all’Urbanistica nella giunta di Virginia Raggi, è sostenuto dalla lista Roma ti riguarda. 

Andrea Bernaudo, 51 anni, broker immobiliare già eletto nel consiglio regionale del Lazio con la lista civica di Renata Polverini, si candida a sindaco di Roma sostenuto ora dalla lista Liberisti italiani.

Elisabetta Canitano, 66 anni, ginecologa ex Pd, è sostenuta dalla lista Potere al Popolo.

Sergio Iacomoni, 69 anni, alla guida del Gruppo Storico Romano, è sostenuto dalla Lista Nerone.

Gian Luca Gismondi è candidato sindaco sostenuto da MIS – Movimento Idea Sociale.

- Luca Teodori, ex militante della Lega,  è sostenuto dalla lista Movimento 3V. 

Fabrizio Marrazzo, 44 anni, ingegnere, è portavoce del Partito Gay per i diritti LGBT+. Il candidato è sostenuto dalla lista Partito Gay Lgbt+.

Cristina Cirillo, pensionata, corre con il Partito Comunista Italiano.

Paolo Oronzo Magli, 61 anni, industriale, è sostenuto dalla lista Movimento Libertas.

- Francesco Grisolia, 69 anni, sociologo, è candidato sindaco per la lista Sinistra Rivoluzionaria.

Giuseppe Cirillo, 69 anni, psicologo, è sostenuto dalla lista Partito delle buone maniere.

​Dati in tempo reale