Micaela Quintavalle, candidata sindaco di Roma
Micaela Quintavalle, candidata sindaco di Roma

Roma, 7 luglio 2021 – Debutto ufficiale al Campidiglio per l'ex grillina Micaela Quintavalle, candidata sindaco di Roma per il Partito Comunista, entrata in campo dopo la scomparsa improvvisa di Claudio Puoti, stroncato da un infarto a metà giugno.

Micaela Quintavalle, ex autista Atac licenziata dall'azienda per un'intervista non autorizzata, ha partecipato ieri alla presentazione del rapporto di fine consiliatura, aperta dal presidente dell'Assemblea Capitolina, Marcello De Vito, alla presenza di consiglieri e parti sociali della città.

Sono 827 delibere approvate fino a oggi e circa 500 le sedute organizzate dal consiglio comunale, nonostante la pandemia. Tra i risultati tracciati ieri da De Vito, le casse comunali in ordine: "I bilanci approvati per tempo con una corretta programmazione finanziaria – ha detto –, non sono stati fatti nuovi debiti e questo è un risultato d'aula che rivendico e ritengo".

Grande assente, la sindaca Virginia Raggi. "Mi dispiace che la sindaca Raggi non sia presente – commenta la candidata sindaco, Michela Quintavalle – perché siamo in Campidoglio, la più alta istituzione comunale, e abbiamo sentito varie analisi sul corso della consiliatura”.

“Il bilancio è quello di Roma: città mortificata dall'inefficienza più totale – è la secca condanna della candidata –: dai trasporti alla mobilità, dai problemi abitativi a quelli sociali, passando per le buche e l'ambiente. Questo non per colpa dei lavoratori di quei servizi, ma delle apicalità e della gestione, spesso in bilico con gli interessi delle privatizzazioni".

È chiara la posizione di Quintavalle: "Basta con le esternalizzazioni, vogliamo esattamente il contrario. Mi impegno per rivoluzionare le periferie e i trasporti: ho guidato un bus Atac per 11 anni e ora sono a 4 esami dalla laurea in medicina per cui mi impegno per servizi sanitari territoriali e sociali migliori. Gli spazi verdi come spazi di decoro e non di degrado. Siamo
pronti a una vera e propria rivoluzione, ne parleremo nelle piazze della città, la mia città, Roma", ha concluso.