L'istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma
L'istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma

Roma, 27 Aprile 2021 – I risultati dei tamponi effettuati sulla comunità Sikh della provincia di Latina “sono tutti negativi alla variante indiana”. Parola di Francesco Vaia, direttore dell’Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani.

Continuiamo nella sorveglianza attiva con esami e tamponi – ha aggiunto -, ma al momento abbiamo riscontrato zero casi di variante indiana”. A partire dal 19 aprile, dei 15 campioni arrivati dall’Asl di Latina allo Spallanzani, in 9 è stata trovata la variante inglese mentre in 6 è in corso il sequenziamento genomico.

Il prefetto di Latina: “Screening a tappeto”

Sulla questione è intervenuto anche Maurizio Falco, prefetto di Latina: “Siamo in constante interlocuzione negli ultimi giorni con la Asl. Dal primo marzo nella comunità Sikh sono stati contati 275 casi di positività al Covid, di cui 37 sono alunni delle scuole di Sabaudia, Pontinia e Latina. Complessivamente, se nell'assoluto non incide, sul dato complessivo per la singola comunità è significativo".

"Ieri abbiamo incontrato uno dei 5 capi della comunità - ha aggiunto -. Oggi incontreremo il secondo per diffondere tutte le informazioni all'interno, sia tra regolari e sia tra gli irregolari. Giovedì partirà da Sabaudia uno screening, che poi proseguirà con Pontinia. A seguire poi anche gli altri comuni. Chiediamo ai rappresentanti della comunità indiana e agli italiani che vivono o che lavorano con loro di sottoporsi ai test. Abbiamo chiesto ai capi della comunità di farsi portavoce di questa attività. Cercheremo di mettere in campo tutte le misure necessarie e di far comprendere anche agli irregolari l'obiettivo è tutelare il diritto alla salute", ha concluso.