18 feb 2022

Covid Lazio, via libera alla stabilizzazione dei precari. Zingaretti: "Sanità più forte"

Le prime procedure di assunzione partiranno in aprile. D'Amato: "Giusto riconoscimento dopo due anni di pandemia. Lazio tra le prime regioni a siglare l'accordo con i sindacati"

il reparto di terapia intensiva Covid dell� Ospedale Maggiore e Oglio Po di Cremona, Cremona 11 gennaio 2022.
ANSA/FILIPPO VENEZIA
Reparto Covid

Roma, 18 febbraio 2022 – Via libera alla stabilizzazione del personale sanitario, precari da due anni impegnati sul fronte della battaglia al Covid. ''Il Lazio è tra le prime regioni italiane a siglare l'intesa e già dal mese di aprile partiranno le prime procedure di stabilizzazione per chi avrà maturato i requisiti”. Ad annunciarlo è l’assessore alla Sanità, Alessio D'Amato, che oggi in Regione ha siglato l’impegno con i sindacati. “Si tratta di un giusto riconoscimento per il grande lavoro svolto in questi due anni di pandemia per proteggere e mettere in sicurezza la nostra comunità”, sottolinea D’amato.

"Nel Lazio stabilizziamo il personale sanitario precario impegnato nella lotta al Covid. Ottima notizia per lavoratori e per cittadini che avranno una sanità sempre più forte. Un altro salto avanti nel futuro", aggiunge il governatore Nicola Zingaretti, commentando l'accordo tra Regione e sindacati.

Approfondisci:

Covid Lazio, via libera al reclutamento di medici stranieri. "Graduatorie esaurite"

L'accordo, sottoscritto con le maggiori sigle sindacali, prevede inoltre l'avvio di un percorso di internalizzazione dei servizi, volto alla tutela dei lavoratori che oggi operano in appalto. “Un passo importante – continua l’assessore – nella direzione del rafforzamento della sanità territoriale. Voglio ringraziare le rappresentanze sindacali per il lavoro di confronto e concertazione svolto in questi mesi, che ha portato al raggiungimento di questo importante risultato".

Approfondisci:

Medici di famiglia, esposto in Procura su minacce no-vax. "Troppe intimidazioni nel Lazio"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?