quotidiano nazionale
12 gen 2022

Covid Lazio 12 gennaio, oggi 12.027 e 15 morti. D'Amato: "Modello Usa per asintomatici"

L'assessore regionale spinge sulla semplificazione delle procedure per i vaccinati asintomatici: "Se lo fanno negli Usa, possiamo farlo anche qui"

12 gen 2022

Roma, 12 gennaio 2022 – Una leggera discesa di contagi emerge oggi nel Lazio, dove si registrano 12.027 nuovi casi su un totale di 109.539 tamponi analizzati. Il rapporto tra positivi e test è al 10,9%. In totale sono 188.372 le persone attualmente positive al Covid-19 in tutto il Lazio, di cui 186.541 in isolamento domiciliare. Numeri che stanno mettendo in difficoltà gli ospedali, oggi il presidente dell’Ordine dei medici di Roma lancia un allarme: “Sono oltre un migliaio i sanitari positivi”, il sistema sanitario è nel caos. Difficile la situazione delle ambulanze, ingolfate dalle chiamate, e degli infermieri impegnati nei pronto soccorso di Roma e del Lazio. 

Approfondisci:

Covid Lazio 13 gennaio, oggi 10.272 casi e 38 morti. Vaia: "Quarantene più brevi"

Covid Lazio, i dati del 12 gennaio 2022
Covid Lazio, i dati del 12 gennaio 2022

Rispetto a ieri, ci sono 761 casi in meno. E, rispetto a mercoledì della scorsa settimana, oggi ci sono 4.437 i casi positivi in meno. Sono 15 i decessi, ben 28 meno di ieri. Sono 1.629 i pazienti ricoverati in area medica per le complicanze da Covid (+56), mentre sono 202 i malati gravi nelle terapie intensive (+6) Nelle ultime 24 ore, sono risultati guariti 4.993 laziali. Dall'inizio dell'epidemia, i guariti sono 447.150 e i morti 9.438, su un totale di 644.960 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio. Intanto questa mattina, è stato inaugurato a Fiumicino un nuovo hub tamponi riservato agli studenti. 

Approfondisci:

Casi Covid oggi in Italia: contagi, ricoveri e morti per regione. Bollettino 12 gennaio

Open Day Pfizer, domenica 16 gennaio: ecco dove

La Regione ricorda inoltre che domenica 16 gennaio ci sarà un open day dosi boosterper la fascia 12-17 anni, che si terrà nelle strutture messe a disposizione da Aiop, con vaccino Pfizer fino ad esaurimento delle disponibilità.

Ecco l'elenco delle strutture Aiop aderenti all'iniziativa. Asl Roma 1: Nuova villa Claudia e Tiberia Hospital. Asl Roma 2: Karol Wojtyla Hospital e Nuova Itor. Asl Roma 3: Policlinico di Liegro. Asl Roma 6: Ini Grottaferrata, Villa Linda e Villa dei Pini.

Provincia: oltre alla Nuova Santa Teresa di Viterbo, open day anche presso gli hub aziendali della Asl di Rieti (Ex Bosi) e di Frosinone (Sala teatro dello Spaziani di Frosinone, Psc Components Torrice, Hub Stellantis di Cassino).

Vaccini: un adulto su due ha la terza dose

“Ieri record di vaccini, oltre 70mila le somministrazioni, il 28% in più rispetto al target commissariale. In una settimana sono state fatte oltre 120mila somministrazioni del target. Raggiunta la quota delle 2,6 milioni di dosi booster effettuate, più di un adulto su due ha fatto la dose booster. Oltre 85mila sono le dosi nella fascia 5-11 anni”. Lo comunica l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato.

Approfondisci:

Green pass: rebus servizi essenziali. Quali sono le categorie in ballo

Per quanto riguarda il vaccino antinfluenzale, sono state somministrate oltre 1 milione e 190 mila dosi e sono state già distribuiti oltre 1 milione e 365 mila vaccini ai medici di medicina generale, ai pediatri e alle farmacie. Sono attivi nella campagna di vaccinazione di massa, 3.983 medici di famiglia, 386 pediatri di libera scelta e circa 800 farmacie.

La province: tutti i numeri

I casi a Roma città sono a quota 5.063, mentre nei Comuni della Città metropolitana oggi si registrano 3.700 positivi, per un totale di 8.763 nella sola area romana. Nelle province si registrano invece 3.264 nuovi casi, così suddivisi: alla Asl di Frosinone ci sono 850 nuovi casi, a Latina sono 1.312 gli ultimi positivi inseriti nel report regionale e 5 i decessi avvenuti nelle ultime 24 ore. L’Asl di Rieti ha comunicato 491 casi e nella Asl di Viterbo ci sono altri 611 positivi di giornata.

Quarantene: il Lazio chiede una stretta

Dopo le polemiche scoppiate nelle ultime ore sull’efficacia dei report, oggi D’Amato chiede di rivedere il sistema delle quarantene e della registrazione degli asintomatici. “Negli Usa, in caso di positivi asintomatici vaccinati completamente, dopo 5 giorni sono fuori senza ulteriori procedure burocratiche. Se il Cts intraprendesse questa linea, di conseguenza non servirebbe contare gli asintomatici. Io dico che se lo fanno li possiamo farlo anche qui, serve semplificare”.

Ricevi l'informazione di qualità direttamente a casa tua con le nostre testate.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?