2 mar 2022

Covid Lazio, il bollettino oggi 2 marzo: 2.312 nuovi casi, 1.047 a Roma, 19 i decessi

Crollo dei contagi ma è una sottostima: “Problema informatico mancano i dati delle farmacie”. D’Amato: appello alla quarta dose del vaccino

 

Roma, 2 marzo 2022 - Sul fronte dei contagi Covid, oggi nel Lazio su 12.357 tamponi molecolari e 29.315 tamponi antigenici per un totale di 41.672 tamponi, si registrano 2.312 nuovi casi positivi (-2.231), di questi i casi a Roma città sono a quota 1.047 (qui i dati di ieri 1 marzo)

“Tuttavia, in conseguenza di un problema informatico il dato odierno relativo ai tamponi antigenici effettuati presso le farmacie è parziale con conseguente verosimile sottostima delle nuove positività” fanno sapere dalla Regione.

Sono 19 i decessi (+7) registrati nelle ultime 24 ore. Mentre migliorano le ospedalizzazioni: 1.287 i ricoverati (-57), 108 le terapie intensive (-8) e +6.690 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 5,5%.

E sono 126.338 (-4.397) le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 124.943 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 944.740 e i morti 10.457 su un totale di 1.081.535 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Bollettino Covid Lazio, 2 marzo 2022
Bollettino Covid Lazio, 2 marzo 2022
Approfondisci:

Bollettino Covid oggi: dati del 2 marzo. Contagi, morti, ricoveri in Italia

Appello alla quarta dose del vaccino

"Voglio rivolgere un appello alla quarta dose, è importante effettuarla per le categorie indicate dalla circolare del ministero, si può prenotare sul portale regionale e la disponibilità è immediata". Lo sottolinea l'assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato, nel bollettino quotidiano su Covid-19.

La mappa dei contagi

I nuovi contagi nella città Metropolitana di Roma sono oggi a quota 1.647, di cui 1.047 nella sola Capitale. Nelle province del Lazio si registrano in totale 665 nuovi casi, nel dettaglio: nella Asl di Frosinone sono 304 i nuovi casi e 1 decesso; nella Asl di Latina sono 178 i nuovi casi e 1 decesso; nella Asl di Rieti sono 93 i nuovi casi e nella Asl di Viterbo sono 90 i nuovi casi e 1 decesso.

Ricciardi: "La pandemia non è finita"

La fine dello stato di emergenza, il 31 marzo, sarà un 'liberi tuttì o resteranno delle regole a cui attenersi? "Sicuramente rimarranno fino a giugno tutta una serie di regole, poi bisognerà vedere come andrà la curva epidemica. Anche se andrà bene nei mesi primaverili ed estivi non bisogna abbassare la guardia, perché ci può esser sempre recrudescenza nel periodo autunnale". Lo dice a Rai Radio1, ospite del programma Radio1 In Vivavocè, Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza. "La pandemia purtroppo non è finita, ci sono altre aree del mondo che in questo momento stanno soffrendo moltissimo - ha detto Ricciardi - e fino a quando il virus non sarà eliminato in tutto il mondo ha sempre la possibilità di tornare con un aereo da un posto dove c'è un focolaio epidemico".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?