Covid Lazio, bollettino 18 maggio: oggi 348 contagi, 204 a Roma
Covid Lazio, bollettino 18 maggio: oggi 348 contagi, 204 a Roma

Roma, 18 maggio 2021 – Continua la frenata della curva dei contagi da Covid-19 nel Lazio. A comunicare i dati delle ultime 24 ore è l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato: "Oggi su oltre 11mila tamponi nel Lazio (+915) e quasi 17mila antigenici per un totale di oltre 28mila test, si registrano 348 nuovi casi positivi (-40), i decessi sono 14 (-3), i ricoverati sono 1519 (-44). I guariti 1023, le terapie intensive sono 216 (-19)".

Il trend appare quindi positivo con numeri incoraggianti riguardo i nuovi contagi, i ricoveri, le terapie intensive e i decessi. “Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende all’1,2% - ha sottolineato D’Amato -. I casi a Roma città sono a quota 204. Continua la frenata, tra i dati migliori degli ultimi 7 mesi".

Vaccini: da venerdì prenotazioni per 44-47 anni

Da venerdì 21 maggio, la fascia d’età dai 44 ai 47 anni, i nati cioè dal 1974 al 1977 potranno prenotare la vaccinazione anti-Covid. “Da stanotte superate 140mila nuove prenotazioni per le classi di età da 48 a 51 anni (1970/73)", ha comunicato D'Amato.

In merito al proseguimento della campagna vaccinale, l’assessore ha sottolineato che "complessivamente sono state superate 2,7 milioni di dosi somministrate. Recuperati dai medici di medicina generale oltre 30mila over 80 che non si erano prenotati".

Nuovo open day per over 40 e date vaccini per maturandi

L’assessore regionale alla Sanità D’Amato ha annunciato un nuovo open day per gli over 40 e anche le date per i vaccini rivolti ai maturandi: "Open day, si replica per gli over 40 sabato 22 e domenica 23 maggio con circa 30mila dosi e aumentano gli hub da 21 a 30". E poi: "Vaccini ai maturandi, fissate le date: 1, 2 e 3 giugno, platea di circa 50mila studenti. Nei prossimi giorni saranno rese note le modalità operative”, le sue parole.

Tar: ok a prolungamento richiamo Pfizer

Il Tar del Lazio ha respinto la richiesta di sospensiva presentata contro la circolare del Ministero della Salute che sposta il richiamo della seconda dose del vaccino Pfizer a 35 giorni. “Una notizia importante che dà serenità e certezza alla campagna vaccinale, evitando pericolosi stop - ha affermato l’assessore regionale alla Sanità D’Amato -. Peraltro, in un giorno in cui tutte le principali istituzioni sanitarie del nostro Paese, dal Consiglio Superiore di Sanità ad Aifa, hanno rimarcato la bontà della scelta, sia per motivi scientifici che per motivi pratici. Ora avanti tutta. L'applicazione della circolare del Ministero della Salute consentirà nel solo mese di maggio di vaccinare con prima dose oltre 100mila cittadini in più, aumentando il tasso di copertura, senza diminuire gli effetti di immunizzazione su coloro che riceveranno la seconda dose a 35 giorni”.