3 feb 2022

Covid Lazio, 3 febbraio, 11.612 ma ancora tanti i morti: 26. Primo vaccino per 107enne

La curva epidemiologica cala solo per i nuovi casi, non per decessi e ricoveri in aree mediche. I laziali in isolamento sono quasi 300 mila

featured image
Bollettino Covid Lazio 3 febbraio 2022

Roma, 3 febbraio 2022 - Cala l'incidenza e i guariti superano i nuovi casi. Sembra consolidarsi la flessione della curva epidemiologica nel Lazio, che comunque oggi si trova ancora in zona gialla.
Oggi si registrano 11.612 nuovi casi positivi (+1.052), 1865 in meno rispetto a sette giorni fa. I nuovi casi sono risultati dall'analisi su 24.174 tamponi molecolari e 77.402 tamponi antigenici per un totale di 101.576 tamponi: il rapporto tra positivi e tamponi è al 11,4%.

Approfondisci:

Covid Lazio 4 febbraio, i dati di oggi. D'amato: "Pillola antivirale, via al reclutamento"

Approfondisci:

Covid oggi in Italia: bollettino del 3 febbraio in diretta. Contagi e dati dalle regioni

La mappa dei contagi nelle province del Lazio

Bollettino Covid Lazio 3 febbraio 2022
Bollettino Covid Lazio 3 febbraio 2022

D'Amato: C'è fase discendente"

Approfondisci:

Nuove regole Covid: le 7 cose da sapere sul decreto. Quarantena, Green pass e turismo

Scuole: "Sarebbe ingiusto lasciare a casa chi si è vaccinato"

"Sulla scuola è importante ciò che è stato fatto: semplifichi la vita alle famiglie, alle scuole stesse - riflette D'Amato -. Consente soprattutto, a chi è vaccinato, di rimanere in classe di evitare la dad".
In merito alle polemiche di una parte politica l'assessore ha sottolineato: "C'è un pò di demagogia è chiaro che tutte le misure che sono state adottate per tutta la popolazione e vanno ad agevolare chi si è vaccinato, ma non può essere altrimenti. D'altronde vale anche l'effetto opposto, ovvero, lasciare a casa chi si è vaccinato è ingiusto". 
Per cui "è una scelta che va fatta per difendere la salute e la scuola in presenza, attraverso la vaccinazione, per consentire ai ragazzi di avere la loro socialità e la loro formazione". 

Primo vaccino per Nonna Giuseppina, 107 anni

Prosegue intanto la campagna vaccinale. Gli operatori della Asl sono andati a domicilio per il primo vaccino di Nonna Giuseppina, 107 anni, a Maranola in provincia di Latina. "Èuna delle vaccinate più anziane alla quale va un grande abbraccio", dice l'assessore D'Amato. Nel Lazio si sono superati i 12,8 milioni di vaccini complessivi e sono oltre 3,5 milioni le dosi booster effettuate. Superato il 74% di copertura con dosi booster della popolazione adulta. Nella fascia pediatrica 5-11 anni sono oltre 130 mila i bambini con prima dose". 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?