Bollettino Covid Lazio 14 gennaio 2022
Bollettino Covid Lazio 14 gennaio 2022

Roma, 14 gennaio 2022 - Oggi nel Lazio su 28.112 tamponi molecolari e 74.020 tamponi antigenici per un totale di 102.132 tamponi, si registrano 15.307 nuovi casi positivi (+5.035). Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14,9%. I casi a Roma città sono a quota 8.547. 
Per quanto riguarda la situazione ospedaliera nei reparti di area medica sono 1.675 i ricoverati (+55); nelle terapie intensive 204, numero invariato rispetto a ieri; 5.204 i guariti. 
I decessi sono 25 (-9). I dati sono forniti dalla Regione Lazio.
Covid Lazio 13 gennaio, oggi 10.272 casi e 34 morti. Vaia: "Quarantene più brevi"


 Il valore Rt e l'incidenza nel Lazio sono più bassi di quelli nazionali rispettivamente Rt a 1.13 (1.56 valore Italia) e incidenza a 1.392 per 100 mila abitanti (1.988 valore Italia), mentre la diffusione della variante Omicron è di 2 punti superiore al valore italiano. Lo comunica in una nota l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. 
Covid Lazio, 14 gennaio, 15.307 contagiati, 25 decessi. Open day vaccini 12-17anni

La mappa dei contagi nelle province del Lazio


Nella Città metropolitana di Roma i contagi registrati nel bollettino di oggi sono 11.477 sui 15.307 totali del bollettino Covid del Lazio di oggi, 14 gennaio 2022. Nelle altre province del Lazio si registrano 3.830 nuovi casi.
In particolare nella zona di competenza della Asl di Latina sono 1.944 i nuovi casi. Nel territorio di Frosinone sono 833 le persone positive al Covid. Segue poi la provincia di Rieti con 644 contagiati. A Viterbo sono risultati positivi al Covid 19 409 persone.
Antony Fauci, dottorato honoris causa alla Sapienza. "Vaccini: Italia meglio degli Usa"


Assoutenti, class action: invio referti sbagliati, violata privacy

Assoutenti Lazio, per conto di tutti i cittadini residenti nella zona dei Castelli romani, passa all'attacco dopo quanto avvenuto il 4 gennaio scorso quando, per errori tecnici del sistema informatico dell'azienda sanitaria, sono stati inviati ai cittadini sms contenenti referti errati riferiti ai tamponi anti-Covid.  
L'associazione dei consumatori spiega: "Soggetti positivi avrebbero ricevuto referti di negatività e viceversa, ma soprattutto a causa dell`errore gli sms, contenenti dati sensibili degli utenti, sarebbero stati inviati dalla Asl a destinatari sbagliati, con una evidente lesione del diritto alla privacy".  Per tutto questo Assoutenti Lazio ha deciso di avviare oggi una class action presentando una istanza alla Asl Roma 6, al Garante della privacy, alla Regione Lazio e al Ministero della salute, "in cui si evidenziano i danni subiti dai cittadini sia sotto il profilo della violazione della privacy, sia sotto quello relativo alla salute, avendo alcuni cittadini positivi al Covid ricevuto referti attestanti la negatività al tampone, con rischi enormi per la collettività".  
Nella istanza l`associazione "chiede il ristoro delle spese per il tampone sostenute da ciascun utente coinvolto dagli errori, nonché il risarcimento di tutti i danni, anche morali, che ne siano derivati. In assenza di riscontro, si procederà alla formale azione in tribunale contro le amministrazioni responsabili".  

Domenica open day per la terza dose nella fascia 12-17 anni

Nel Lazio "si terrà domenica 16 gennaio l'Open day per le dosi booster nella fascia 12-17 anni. Le vaccinazioni si terranno nelle strutture messe a disposizione dall'Aiop (dosi booster con vaccino Pfizer) fino ad esaurimento delle disponibilità". Lo ricorda l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.  
L'elenco delle strutture Aiop aderenti all'iniziativa: 
Nuova Villa Claudia, Tiberia Hospital (Asl Roma 1). 
Karol Wojtyla hospital e Nuova Itor (Asl Roma 2). 
Policlinico Di Liegro (Asl Roma 3). 
Ini Grottaferrata, Villa Linda e Villa Dei Pini (Asl Roma 6). 
Nuova Santa Teresa (Asl di Viterbo).  
Open day anche presso la Asl di Rieti (ex Bosi) e la Asl di Latina (Ex Rossi Sud). 






Nella Asl di Frosinone open day baby (fascia 5-11 anni) presso Anagni, casa della salute di Ceccano, Pontecorvo e Atina.