L'ex ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri
L'ex ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri

Roma, 16 Maggio 2021 - Roberto Gualtieri, candidato alle primarie del Partito Democratico per il sindaco di Roma, non ha dubbi. Secondo l'ex ministro dell'Economia del governo Conte, quella per il Campidoglio "sarà una sfida a due, tra noi e il centrodentro, ma al secondo turno vinceremo noi".

L'operato della Raggi

Gualtieri ha anche commentato la possibile candidatura di Nicola Zingaretti al Campidoglio, saltata all'ultimo momento per il mancato accordo con il M5s, e 'operato della sindaca uscente, Virginia Raggi: "Io penso che ora ai cittadini interessi sapere chi sarà il candidato sindaco. Molti hanno deciso di misurarsi con le primarie e arricchiranno questa esperienza. Tutti insieme abbiamo l'opportunità di interrompere un declino drammatico per la città e la mia candidatura sta generando entusiasmo tra i nostri militanti e i cittadini". 

La stoccata a Conte

Gualtieri non ha risparmiato un passaggio sulla sua esperienza di governo: "Il Partito Democratico è stato decisivo per salvare l'Italia. Giuseppe Conte dice che è stato decisivo, ma senza il Partito Democratico quel governo non sarebbe nato", ha concluso il candidato alle primarie del Pd. 

Il Papeete di Salvini

Su chi vorrebbe vedere una crisi interna nel suo partito, Gualtieri ha dichiarato: "So che i giornalisti a volte si esaltano con le 'increspature'. Io vedo una forte unità nel Partito Democratico che nasce dalla consapevolezza di quello che abbiamo fatto".

Secondo l'ex ministro, l'Italia sarebbe uscita dalla crisi grazie all'intervento del Pd: "Vorrei sommessamente ricordare che grazie al Pd l'Italia, in crisi e in difficoltà con il Papeete di Salvini, è riuscita a rilanciarsi e ad affrontare una pandemia drammatica, cambiando l'Europa e ottenendo uno straordinario piano di rilancio".