Il laboratorio di pasticceria artigianale chiuso per carenze igieniche
Il laboratorio di pasticceria artigianale chiuso per carenze igieniche

Roma, 15 novembre 2021 - Laboratorio di pasticceria chiuso per gravi carenze igienico sanitarie e per la presenza di 4 lavoratori in nero; 3 senza documenti. Al titolare multa per quasi 50 mila euro.
Gli agenti della Polizia di Stato, insieme agli ispettori della Servizio Alimenti Igiene e Nutrizione della Asl Roma 2 e a quelli dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, hanno chiuso un laboratorio artigianale di pasticceria. 
Roma, 7 lavoratori in nero, escrementi e scarafaggi, chiusi 2 locali al quartiere Casilino

Durante gli accertamenti, gli agenti del VI Distretto Casilino e gli ispettori degli altri enti hanno constatato la presenza di 4 lavoratori in nero e gravi violazioni in materia di salute e sicurezza del lavoro che sono costati, al titolare, una denuncia in stato di libertà e la contestazione di sanzioni penali e pecuniarie di natura amministrativa, per il complessivo ammontare di 47.916 euro. 



Gravi carenze igienico sanitarie

A causa di gravi carenze igienico-sanitarie è stata inoltre notificata l'ordinanza di immediata sospensione temporanea dell'attività con la sanzione accessoria della chiusura coattiva per 5 giorni, dovuta alle contestazioni amministrative, di 2 mila euro, elevate a carico di 5 lavoratori sprovvisti dei prescritti dispositivi di protezione individuale: di questi dipendenti 2 sono stati accompagnati al Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica (Gips) per essere sottoposti ai rilievi dattiloscopici in quanto sprovvisti di documenti di identificazione. 
Roma: scarafaggi e cibo conservato male: alimenti sequestrati, ristorante chiuso

In seguito, poi, al controllo dell'annesso Bar Pasticceria, sono state elevate sanzioni amministrative pari a 1.500 euro per violazioni in materia igienico sanitaria, mentre l'unica dipendente presente, priva di documenti di identità, è stata anche lei accompagnata al Gips.