Bollettino Covid Lazio, 18 dicembre 2021
Bollettino Covid Lazio, 18 dicembre 2021

Roma, 18 dicembre 2021 – Salgono i contagi nel Lazio, oggi 18 dicembre su 23.844 tamponi molecolari e 40.298 tamponi antigenici, per un totale di 64.142 tamponi, si registrano 2.409 nuovi casi positivi (+288, 2.121 il dato ieri), sono 6 i decessi (-4), 832 i ricoverati (+4), 112 le terapie intensive (+1) e +854 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,7%. I casi a Roma città sono a quota 1.085 (1.157 ieri).

Sono 36.204 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 822 ricoverati, 112 in terapia intensiva e 35.260 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 410.010 e i morti 9.130 su un totale di 453.344 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Bollettino Covid Lazio, 18 dicembre 2021

La mappa dei contagi

Nelle province si registrano 643 nuovi casi, ai quali vanno aggiunti i 1.766 casi della Città metropolitana di Roma. I casi nella sola Capitale sono a quota 1.085. Nella provincia di Frosinone si registrano 188 nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24 ore, nei Comuni della zona di Latina ci sono 327 nuovi casi e 1 decesso e nel territorio di Rieti l’Asl ha comunicato all’unità di crisi regionale 44 nuovi casi e nessun decesso. Niente vittime, per fortuna, nemmeno a Viterbo, dove oggi i casi sono 84.

Variante Omicron, 8 casi nel Lazio

Sono salite a 84 le sequenze della variante Omicron analizzate e depositate nella piattaforma ICoGen, che riceve le segnalazioni della rete di oltre 70 laboratori regionali coordinata dall'Istituto superiore di sanità (Iss). Lo rende noto l'Istituto. Il dato, rileva, è “in forte crescita rispetto alle 55 presenti ieri mattina”. La maggior parte delle segnalazioni (aggiornate alle ore 9 del 18/12) è arrivata da Lombardia (33) e Campania (20), mentre in generale la variante è segnalata in 13 regioni (Lazio 8, Puglia 7, Veneto 5, Piemonte e Emilia Romagna 2, Abruzzo, Calabria, Liguria, Sardegna, Sicilia, Toscana 1) e 1 PA (Bolzano,1).

Record di prime dosi circa 5 mila somministrazioni

Ieri 17 dicembre 2021 nel Lazio sono state "effettuate oltre 60 mila vaccinazioni, il 27% in più del target commissariale. Superato il milione e mezzo di terze dosi pari a oltre 30% della popolazione adulta. Ieri record di prime dosi circa 5 mila somministrazioni". Lo sottolinea l'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato nel bollettino al termine dell'odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Omicron, l'ultimo studio: "L'efficacia di due dosi di vaccino è tra lo 0 e il 20%"

Covid, Gran Bretagna pensa a lockdown dopo Natale. Germania, vertice d'emergenza

Zona arancione in Italia: prime regioni a rischio dal 3 gennaio. Ecco chi può cambiare

Fiumicino: obbligo di mascherine all’aperto, stop ai mercatini Natale da domani domenica 19 dicembre

Dopo l'ulteriore ascesa dei contagi al Covid, saliti ieri 17 dicembre a 464 di cui 86 in due giorni, arrivano nuove restrizioni sul territorio comunale di Fiumicino. Dalle ore 00.01 di domenica 19 dicembre alle 24.00 del 9 gennaio 2022 ci sarà l'obbligo di mascherine all'aperto in tutto il territorio comunale e sono sospese tutte le manifestazioni pubbliche, come mercati rionali, mercatini natalizi, esposizioni e sagre. Lo stabilisce un'ordinanza del sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. Fino ad ora l'obbligo di mascherine all'aperto, deciso dal primo cittadino lo scorso 28 novembre, era limitato alle aree più frequentate, alle vie principali del territorio, vicino le scuole.

Montino motiva le nuove restrizioni sul territorio, annunciate oggi, come “necessarie” per contenere la diffusione del Covid. “Come avevo annunciato ieri, questa mattina ho firmato un'ordinanza che prevede alcune restrizioni in considerazione dell'impennata di contagi che abbiamo registrato negli ultimi giorni”, dichiara Montino. “Abbiamo ritenuto necessario estendere l'uso della mascherina all'aperto a tutto il territorio cittadino - spiega il sindaco - e sospendere tutti mercati e le manifestazioni previste da qui alla fine del periodo festivo per evitare il rischio di assembramenti e di ulteriore diffusione del virus”.

“Inoltre, dovranno essere severi i controlli, anche da parte dei gestori, durante le attività sportive, nei ristoranti, nei pressi di centri e parchi commerciali”, prosegue. Saranno intensificati gli interventi della Polizia Locale, in coordinamento con le altre forze dell'ordine. “Non è una decisione che ho preso a cuor leggero - conclude Montino -. Purtroppo, però, i dati sono preoccupanti e dobbiamo fare il possibile per invertire la rotta. Serve spingere al massimo la vaccinazione, servono livelli altissimi di prudenza da parte di ciascuno, serve la collaborazione di tutte e tutti e servono nuove misure di contenimento. L'appello è, dunque, rivolto alle cittadine e ai cittadini, agli operatori commerciali, ai gestori di ristoranti e locali: rispettiamo e facciamo rispettare le regole, anche a costo di sembrare insistenti. Ne va della salute di ciascuno e di tutti”.