17 mar 2022

Covid oggi Lazio, bollettino 17 marzo: 9.504 casi. D'Amato: Omicron b2 nella metà dei test

Sono 4.329 i nuovi contagi a Roma città, 11 ricoveri, otto i decessi. Aumenta l'incidenza di circa il 50% rispetto alla scorsa settimana con 780 casi per centomila abitanti 

Roma, 17 marzo - Contagi da coronavirus ancora in salita nel Lazio. Oggi 17 marzo su 10.944 tamponi molecolari e 46.626 tamponi antigenici per un totale di 57.570 tamponi, si registrano 9.504 nuovi casi positivi (+748). I casi a Roma città sono a quota 4.329 (-15). Qui il bollettino di ieri 16 marzo

Sono 8 i decessi (-3). Crescono i ricoveri, sono 1.036 i pazienti Covid ricoverati in area medica (+6), 74 i pazienti in terapia intensiva (+5) e +8.312 i guariti. Sono 99.641 gli attuali positivi, di cui 98531 in isolamento. 
Il rapporto tra positivi e tamponi è al 16,5%. 

Approfondisci:

Green pass, obbligo vaccinale, mascherine: nuovo decreto riaperture. Cosa cambia e quando

"Aumenta l'incidenza di circa il 50% rispetto alla scorsa settimana con 780 casi per cento mila abitanti, ma diminuisce l'occupazione dei posti letto ordinari e delle terapie intensive. Il valore Rt rimane stabile sotto 1 (0.84). La variante Omicron b2 rappresenta la metà dei casi", spiega in una nota l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. 

Nella provincia romana sono 6.588 i nuovi casi (+205). Casi in aumento anche nel resto delle province laziali doce si registrano 2.916 nuovi casi (+543). Questo il dettaglio: Asl di Frosinone 929 i nuovi casi e 1 decesso. Asl di Latina 1.074 nuovi casi. Asl di Rieti  317 e all'Asl di Viterbo sono 596 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24h.

'L'allentamento delle misure non significa che il virus è sconfitto, ma passiamo ad una altra fase di convivenza con il virus e occorre comunque rispettare alcune regole, come mettere la mascherina al chiuso, e proseguire le vaccinazioni'' ha ribadito l'assessore D'Amato, a margine dell'apertura del 48.esimo congresso nazionale sindacale della Fimp, Federazione italiana medici pediatri, a Roma

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?