Vaccinazioni con mascotte allo Stadio Olimpico di Roma
Vaccinazioni con mascotte allo Stadio Olimpico di Roma

Roma, 22 settembre 2021 - Sono 291 i nuovi casi positivi nel Lazio, il dato emerge su 9.966 tamponi molecolari e 10.190 antigenici per un totale di 20.156 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Sono 4 i decessi, 421 i ricoverati (-13), 51 le terapie intensive (-2) e 533 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 1,4% e sono 10.310 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 9.838 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 363.236 e i morti 8.612, su un totale di 382.158 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione. Covid Lazio, 21 settembre 2021: 301 nuovi casi (a Roma 153) e 5 i decessi

I casi a Roma città e nelle province

I casi a Roma città sono a quota 147. Questo il dettaglio nelle Asl: Roma 1, 35 nuovi casi e si registrano 2 decessi. Roma 2: 67 nuovi casi. Roma 3: 45 nuovi casi. Roma 4: 32 nuovi e 1 decesso. Roma 5: 25 nuovi casi e 1 decesso. Roma 6: 16 i nuovi casi nelle ultime 24h. Nelle province sono 71 i nuovi casi e nessun decesso. Nel dettaglio: a Frosinone si registrano 29 nuovi casi, a Latina 18, Rieti: 11, a Viterbo 13. 

Cinema e Spettacolo, Zingaretti: “Riapertura del settore”

"Condivido la posizione della Conferenza delle Regioni: arrivare presto alla riapertura al 100% per il settore dello spettacolo. Ora, dopo i sacrifici e grazie ai vaccini, è ragionevole ed è tempo di dare risposte", lo scrive il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, su Twitter. É alta l’attenzione sul settore. "In sede di conferenza delle Regioni abbiamo proposto l'aumento all'80% della capienza delle sale di cinema e teatri come condizione di partenza per arrivare gradualmente al 100% qualora la situazione epidemiologica lo consenta”, ha detto Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Formazione in rappresentanza della Regione Lazio alla seduta di oggi della Conferenza delle Regioni. “Crediamo che la massiccia campagna di vaccinazione in atto, l'utilizzo del green pass e il rispetto delle regole Covid costituiscano delle idonee condizioni di sicurezza per l'estensione della capienza – ha aggiunto l’assessore -. Se da una parte la salute è la prima e fondamentale delle nostre preoccupazioni, dall'altra crediamo sia arrivato il momento di tornare a dare spazio a eventi culturali e momenti di socialità, elementi centrali per la vita delle persone e per l'economia del settore. Le nostre valutazioni sono state condivise anche dalle altre regioni; ora naturalmente si attende il parere del CTS". Lavoratori senza Green pass: blocco stipendio ma niente sospensione. Decreto: il Pdf