I cuccioli con la mamma (credit fotografico: Massimiliano Di Giovanni - Archivio Bioparco)
I cuccioli con la mamma (credit fotografico: Massimiliano Di Giovanni - Archivio Bioparco)

Roma, 2 settembre 2021 – Due gemelli di Tamarino Imperatore sono nati al Bioparco, un evento straordinario per la salvaguardia di queste scimmie scimmie che sono tra le più piccole al mondo, originarie del Sud America. Da adulti non arrivano al mezzo chili di peso e sono poco più grandi di 40 centimetri, coda compresa. I due cuccioli di scimmia sono venuti al mondo lo scorso 11 agosto dopo cinque mesi di gestazione, da quel momento la mamma Sissi li allatta ogni due o tre ore, mentre ad accudirle i neonatii è il papà Franz, entrambi allevati in cattività all’interno del Bioparco di Roma. Al momento non è possibile stabilire il sesso dei fratellini, nati gemelli come solitamente accade per questa specie di mammifero.

Il tamarino imperatore deve il suo nome ai lunghi e vistosi baffi bianchi arditamente curvati verso l'alto, come era prerogativa un tempo delle altezze reali e imperiali. Guglielmo II, imperatore della Germania, sfoggiava baffi simili: per questo motivo alla specie venne dato per scherzo l'appellativo di “imperatore”, ma il nome piacque così tanto agli zoologi che divenne definitivo. Dal peso di circa mezzo chilo, appartiene alla grande famiglia dei Callitricidi - dal greco “colui che ha una bella chioma” - che comprende 42 specie distribuite nelle foreste del nord ovest della Colombia, gravemente minacciate dalla deforestazione e dai cambiamenti climatici.

La nascita, ancora una volta seguita con la massima attenzione dallo staff zoologico e veterinario del Bioparco, si inserisce nell'impegno internazionale per la conservazione di questa specie di piccola scimmia, come avviene per altri animali in pericolo ospitati dal Bioparco. Oltre a questi primati, nell'area dedicata alle scimmie più piccole del mondo i visitatori possono osservare anche un'altra piccola e variopinta specie di scimmia callitricide, il Tamarino Edipo.