La società ha grandi obiettivi
La società ha grandi obiettivi

Roma, 5 Giugno 2021 – Nel luogo esatto e nel giorno dell’anniversario della prima partita della sua storia, disputata il 5 giugno 1932 alla Ginnastica Roma, è stata presentata oggi la nuova Lazio Basketball Atg 1932, una nuova realtà cestistica cittadina nata sulle ceneri della vecchia storica società.

Si tratta di un progetto completamente nuovo, voluto fortemente da Enrico Gilardi, che con la maglia della Lazio esordì nel 1975 a 18 anni. L’ex bandiera è uno dei soci fondatori insieme a Luigi Capasso, Giampaolo Bocci e Simone Ascoli. La scelta tecnica sarà quella di puntare con forza sui giovani romani e della regione per cercare di dare loro l’opportunità di formarsi e compiere un salto verso il basket che conta vestendo i colori della squadra.

Gilardi: “Ricalcare lo stesso percorso”

Alla cerimonia ha preso la parola proprio Gilardi: “Questo progetto - ha detto - vuole ricalcare il percorso che facemmo io e molti miei compagni di squadra. Eravamo giovanissimi quando l'allora Basket Roma confluì nella Lazio. Ci allenava Giancarlo Asteo. Io a 18 anni ho esordito in A2 e con me molti compagni che poi hanno fatto parte anche del gruppo che conquistò la A. Partiamo dal basso ma volgiamo lo sguardo verso l'alto”, ha detto.

Il progetto è ambizioso: a fianco della prima squadra, che giocherà in Serie C disputando le partite casalinghe al Pala Reny, ruoteranno anche una formazione under 19, una under 15, i piccoli del minibasket e presto anche una squadra femminile.

Petrucci: “Entusiasmante, ma c’è un problema palazzetti a Roma

Presente all'inaugurazione anche Gianni Petrucci, presidente della Fip – la Federazione Italiana Pallacanestro: “Un progetto entusiasmante, che vede nella presenza di Gilardi una garanzia assoluta di serietà. Si dovranno però scontrare - ha aggiunto il presidente della Federbasket - con la mancanza di impianti che è un male cronico della città. È una vergogna che Roma non abbia, ad eccezione del PalaEur, un palazzetto che ospiti le sue squadre”.