Ghazal, la prima bimba afghana nata in Italia, la mamma era fuggita da Kabul
Ghazal, la prima bimba afghana nata in Italia, la mamma era fuggita da Kabul

Roma, 9 settembre 2021 – È nata a Roma la prima neonata partorita da una profuga afghana, la donna era atterrata a Fiumicino in fuga da Kabul. La piccola, venuta alla luce ieri sera all’ospedale San Filippo Neri, si chiama Ghazal e sta bene. “Anche se in consultorio vediamo tante situazioni difficili, questa è un'esperienza che ti cambia la vita”, racconta Laura Anelli, la ginecologa che ha seguito la donna afghana in gravidanza dal suo arrivo in Italia.

“Non avrei mai immaginato questa accoglienza, di trovarmi così bene. Nonostante tutto sono felice”. È quanto ha detto ai medici mamma Neelai, la 31enne afgana scappata da Kabul che ieri sera ha partorito la sua prima figlia. La donna, arrivata in Italia con due sorelle, è ospite in una struttura di accoglienza della Capitale. Il marito, invece, non è riuscito a lasciare l'Afghanistan. Donne a Kabul sfidano i talebani L’attivista: tante a rischio suicidio

Il racconto della ginecologa

Una storia difficile quella della mamma, scappata dall’Afghanistan assediato dai talebani, con la paura di non farcela. Due settimane fa l’arrivo nella capitale, ieri sera il lieto fine. “Nonostante l'organizzazione eccellente delle strutture di accoglienza, ci sono storie tragiche, famiglie divise”, continua Laura Anelli, che è anche responsabile dei consultori dell'Asl Roma 1. “Davanti a tanto dolore, non si può rimanere indifferenti. Ho iniziato a seguire la donna – aggiunge la ginecologa –dal suo arrivo a Roma, 15 giorni fa circa. Quando l'ho vista la prima volta aveva gli occhi tristi, lo sguardo perso. Poi le cose sono andate meglio. Abbiamo cercato di fornire tutta l'assistenza necessaria e di farla sentire accolta”. Roma, 7 famiglie afghane saranno ospitate nella Capitale

A dare l'annuncio il governatore Zingaretti

È stato il presidente del Lazio, Nicola Zingaretti, ad annunciare la nascita della piccola sui social. “Dal San Filippo Neri una bella notizia: è nata la prima bambina di una cittadina afghana fuggita da Kabul, che avevo incontrato qualche giorno fa visitando un centro di accoglienza delle suore carmelitane. Benvenuta Ghazal! Il tuo nome vuol dire Poesia, ne abbiamo bisogno”, ha scritto Zingaretti su Twitter. Nel pomeriggio, l'assessore regionale D'Amato è andato in clinca a trovare mamma Neelai e la piccola Ghazal. "Sono stato in visita per un saluto e sia la bambina che la madre stanno bene".  Afghanistan, fuga da Kabul: madri lanciano i figli oltre il filo spinato dell'aeroporto