Uomo arrestato per rapina (immagini di repertorio)
Uomo arrestato per rapina (immagini di repertorio)

Roma, 7 ottobre 2021 - Un uomo di 32 anni, di origine somala, ha picchiato un 14enne e poi, quando sono arrivati i Carabinieri, si è difeso dicendo: "Voi non sapete chi sono io, sono Lucifer Morningstar". Un episodio da serie tv quello che è andato in scena nella tarda serata di ieri nella zona di circonvallazione Nomentana altezza di via Maes a Roma. Tutto è iniziato con una chiamata che ha segnalato ai Carabinieri un ragazzo a terra in via Lanciani. Quando i militari dell'Arma sono giunti sul posto hanno trovato un 14enne, di origine indiana, con il volto tumefatto che raccontava di essere stato aggredito da un uomo e derubato della felpa.

Il ragazzo aveva visto il 32enne aggredire verbalmente una coppia con un bambino e, per paura che dalle parole potesse passare ai fatti, lo aveva affrontato. Una volta chiamati i soccorsi i Carabinieri si sono messi alla ricerca dell'uomo intercettandolo in via Maes visibilmente alterato e con la felpa, descritta poco prima dal 14enne, ancora addosso. Alla vista dei carabinieri ha urlato delle frasi scomposte poi ha opposto resistenza e quando sono intervenuti gli operatori del 118 per sedarlo ha giocato la sua ultima carta: "Sono Lucifer", il protagonista dell'omonima serie su Netflix. L'accusa è quella di rapina aggravata, oggi il processo per direttissima ha convalidato l'arresto, l'uomo è stato poi liberato con l'obbligo di firma in caserma.