Una pattuglia dei carabinieri
Una pattuglia dei carabinieri

Pomezia (Roma), 11 agosto 2021 - Attirati dalla presenza sospetta di uno zaino sul sedile posteriore di un auto, i carabinieri hanno fatto scattare i controlli che hanno poi portato al sequestro di 11 chili di droga e 7mila euro in contante nella casa di un pusher. È successo ieri sera a Pomezia, dove tutto è iniziato con un'auto fermata a un posto di blocco sulla strada provinciale 104.

I carabinieri della compagnia di Pomezia hanno arrestato un 58enne ed un 48enne, entrambi originari di Roma, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso in concorso tra loro. In particolare, durante uno dei quotidiani servizi di controllo del territorio per la prevenzione dei reati, con particolare attenzione al monitoraggio delle principali vie di comunicazione del territorio di Pomezia, i militari della stazione di Torvajanica, mentre effettuavano controlli alla circolazione stradale sulla S.p. 104, hanno intimato l'alt a un veicolo con a bordo il 58enne, con precedenti penali, appena uscito dall'abitazione di un altro soggetto noto alle forze dell'ordine.

A insospettire la pattuglia, è stato un zaino collocato sul sedile posteriore del mezzo, all'interno c'erano 3 chili di hashish e quasi mille euro in contanti. I carabinieri hanno deciso quindi di effettuare un'ulteriore perquisizione nella casa da dove il trafficante era appena uscito, abitata dal 48enne, rinvenendo oltre 7 chili di hashish, più di 600 grammi di marjiuana, 440 g di cocaina e oltre di 6mila euro in contanti, il tutto nascosto tra il giardino e l'interno dell'abitazione. Per i due uomini sono immediatamente scattate le manette ed entrambi sono stati trattenuti nella cella di sicurezza della caserma in attesa in attesa della convalida del fermo.

Roma, spari contro la villa del boss dei "Narcos del Trullo": forse un avvertimento