La villetta dove risiedeva la vittima
La villetta dove risiedeva la vittima

Ardea (Roma), 30 settembre 2021 - È indagato per omicidio il figlio di Graziella Bartolotta, la pensionata di 68 anni trovata morta in casa martedì pomeriggio a Tor San Lorenzo, frazione del Comune di Ardea, vicino Roma. L'uomo, secondo quanto si apprende, sarebbe stato ascoltato alla presenza del pm. Gli investigatori hanno sequestrato il suo cellulare. Dalle immagini di una telecamera di videosorveglianza, risulterebbe essere l'ultimo ad aver visto la donna viva.

La pensionata è stata trovata in bagno nel pomeriggio del 28 settembre, stesa per terra in una pozza di sangue e con una profonda ferita alla testa, nella sua abitazione in via del Pettirosso. A scoprire il cadavere era stata la signora delle pulizie, che di fronte al macabro ritrovamento si è messa ad urlare, allertando così i vicini di casa. La Procura di Velletri, che ha aperto un fascicolo per omicidio, ha inserito il nome del figlio tra gli indagati. L'uomo, che abita in un altro appartamento della stessa villetta, avrebbe ipotizzato una caduta accidentale della madre che, quando è stata trovata, aveva una profonda ferita alla testa. La donna, vedova, viveva da sola e sembra che non deambulasse bene. Per questo si avvaleva della collaborazione di una domestica che andava abitualmente ad aiutarla.

Sul delitto indagano i carabinieri della stazione di Marina di Tor San Lorenzo e della compagnia di Anzio, coordinati dalla procuratore di Velletri, Giancarlo Amato, che martedì aveva anche disposto il sequestro dell'abitazione della donna. Sarà l'autopsia a chiarire con esattezza le cause del decesso della 68enne che potrebbe essere avvenuto, secondo i primi accertamenti medico legali, entro 24 ore dal ritrovamento, quindi tra il pomeriggio di lunedì 27 settembre e la mattina di martedì.