11 apr 2022

Ambasciata russa a Roma, vernice rossa sull'ingresso. "Aggressione da parte di un ucraino"

Denunciato un 43enne ucraino, autore dell'atto vandalico all'ambasciata di Mosca a Roma. Dovrà rispondere di deturpamento e imbrattamento. Alle 12.30, una donna ha imbrattato i muri dell'ambasciata britannica con una bomboletta spray rossa

featured image
L'ambasciata russa a Roma

Roma, 11 aprile 2022 – Doppio atto vandalico alle sedi romane delle ambasciate straniere. La mattinata è iniziata con una secchiata di vernice rossa lanciata da un 43enne ucraino contro l’ambasciata russa, un atto dimostrativo contro gli attacchi in Ucraina, ed è proseguita con i muri dell'ambasciata britannica di via XX Settembre, al centro di Roma, spruzzati di rosso. Subito dopo, la donna è stata bloccata dai militari dell'Esercito che l'hanno consegnata ai carabinieri della Stazione di Roma Macao.

Verso le 12.30, la donna – che a quanto risulta avrebbe problemi psichici – si è presentata alla sede dell’ambasciata chiedendo al personale di sicurezza di accedere per utilizzare i servizi igienici e, a seguito del rifiuto, avrebbe proseguito a piedi costeggiando le mura perimetrali. Ma, appena svoltato l’angolo della strada, avrebbe tracciato in stampatello, con bomboletta spray di colore rosso, frasi dal tenore sconclusionato.

Il personale di servizio dell'ambasciata, che ha visto tutto attraverso il sistema di videosorveglianza, ha subito allertato i militari dell'Esercito impegnati nella vigilanza fissa che hanno provveduto al fermo della donna. I carabinieri invieranno una informativa alla procura.

Cosa è successo all'ambasciata di Mosca

Vernice rossa sulla porta di ingresso dell’ambasciata Russa, “un’aggressione” simbolica per dire basta alla guerra. È quello che è accaduto alle 6.20 di questa mattina a Roma, per mano di un cittadino ucraino. A renderlo noto è la stessa ambasciata della Federazione russa in Italia che, per voce dell’agenzia di stampa sovietica Ria Novosti, parla di "un'aggressione da parte di un cittadino ucraino, che ha cosparso di vernice rossa la porta d'accesso al suo territorio".

Approfondisci:

Guerra Ucraina news, offensiva finale nel Donbass. Mine con il timer lanciate su Kharkiv

Sul posto è arrivata la polizia, l'aggressore è stato identificato e fermato. A quanto si apprende, l’aggressore è un cittadino ucraino di 43 anni: l'uomo è stato denunciato in stato di libertà dalla polizia per l'atto vandalico all'ingresso dell'ambasciata russa in Italia, dove è stato tirato un secchio di vernice. Il 43enne, che dovrà rispondere di deturpamento e imbrattamento, risiede regolarmente sul territorio nazionale. L'uomo, fermato dai militari dell'Esercito non ha opposto resistenza.

Approfondisci:

Roma, annuncio immobiliare a sorpresa: ''Palazzo dotato di rifugio antiaereo''

In relazione all'incidente è stata inviata una nota verbale al Ministero degli Esteri italiano in cui si chiede di rafforzare le misure di sicurezza i della missione e di condurre un'indagine obiettiva sull'incidente", si legge nella nota.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?