Roma, 15 agosto 2021 - Romano di origine, Gianfranco D’Angelo è morto nella notte fra il 14 e il 15 agosto 2021 al Policlinico Gemelli di Roma, dopo una breve malattia. L'attore comico il 19 agosto avrebbe compiuto 85 anni.  D'Angelo comincia a farsi conoscere debuttando nel teatro nel 1963 e poi lavorando al Puff, in seguito in vari cabaret d'Italia, fra cui il Derby di Milano, e si farà apprezzare al teatro romano Il Bagaglino, dove troverà Gabriella Ferri, Oreste Lionello, Enrico Montesano e Pippo Franco. Ma il 'boom' di popolarità arriva con Drive in (1983-1988). Nel 1988 conduce su Italia 1 assieme a Ezio Greggio la prima stagione del programma Striscia la notizia. Dopo aver vinto quattro Telegatti, nel 2001 vince il Delfino d'oro alla carriera. Lascia due figlie, Daniela e Simona, entrambe attrici.

Nato a Roma nel 1936 da genitori romani, era del quartiere Esquilino, da piccolo abitava a piazza Vittorio, poi si è trasferito a Cinecittà. Per tanti anni ha abitato vicino al cinema Quadraro, in via Tuscolana. Poi si è trasferito a piazza San Giovanni Bosco e nelle zona del parco degli Acquedotti.  "Con Gianfranco D'Angelo il mondo dello spettacolo perde un grande talento, un comico che ha fatto della semplicità e dell'immediatezza il suo tratto distintivo. Mi stringo alla famiglia in questa triste giornata", commenta in una nota il ministro della Cultura, Dario Franceschini. "Ci ha lasciato Gianfranco D'Angelo. Perdiamo un grande artista, un 'signore della risata'. Roma è vicina alla sua famiglia e ai suoi cari", scrive su twitter la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Morto Gianfranco D'Angelo, l'attore cult tv da Drive In a Striscia. Le lacrime di Greggio