ROMA
PIOGGE, temporali, neve anche a bassa quota. Il ciclone mediterraneo Cleopatra continua a sferzare l’Italia dove resterà a produrre i suoi effetti fino a domani. Da lunedì, poi, lascerà il posto ad Attila, un nucleo di aria gelida di estrazione artica che farà scendere le temperature di 10-12 gradi per tutta la settimana.
E in Sardegna, dove proseguono le ricerche dell’unica persona ancora dispersa, il sessantunenne Giovanni Farre, di Bitti (Nuoro), trascinato via dalla corrente, la Protezione civile ha lanciato una nuova allerta meteo: da ieri sera e fino a questa sera, è prevista un’intensificazione delle precipitazioni sull’isola nella parte occidentale, in quella settentrionale e nelle zone interne. Al nord è tornata a cadere la neve a bassa quota, imbiancando i rilievi poco sopra i 300-500 metri in Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria. Qualche fiocco è caduto anche in città, a Torino come a Cuneo e Varese, a tratti anche a Bergamo e Novara, e in generale nell’alta Brianza.

NEVICATE che, a quote collinari, come sulla dorsale appenninica settentrionale, hanno raggiunto i 10-15 centimetri, con punte di 20-30 centimetri sopra i mille metri, e fino a mezzo metro sull’Abetone. «Colpa di un nuovo vortice ciclonico in piena azione sull’Italia — spiega il meteorologo di 3bmeteo, Edoardo Ferrara — che al nord ha portato aria d’inverno, mentre al centro-sud ha causato una nuova passata di rovesci e temporali. Purtroppo, ancora una volta, più intensi sulla Sardegna e, in generale, lungo i versanti tirrenici». A Roma, dove la pioggia è caduta per ore, il traffico è andato in tilt. A Napoli, nella notte tra giovedì e venerdì, i vigili del fuoco hanno dovuto effettuare cento interventi a causa della pioggia e del vento forte e l’assessore regionale alla Protezione civile, Edoardo Cosenza, ha confermato la ‘massima allerta’ in Campania anche nei prossimi giorni.

E OGGI ancora piogge intense e temporali, in particolare al centro-sud e in Emilia Romagna, con neve a 600 metri e allerta pioggia e neve sull’Appennino emiliano, dalle 19 di ieri sera alle 7 di domani. Domani ancora piogge al nord-est, con neve a 700 metri, temporali in Campania e nelle isole maggiori, e tempo in peggioramento sulle regioni adriatiche. Lunedì arriverà Attila. Scenderà dal nord Europa, dal Baltico e poi dalla Russia. «Un nucleo gelido — osserva Antonio Sanò de ilmeto.it —, una vera invasione di aria artica che farà arrivare l’inverno e ci saranno le prime gelate notturne, anche a Roma».
r. r.