Roma, 7 marzo 2020 - Nicola Zingaretti è positivo al Coronavirus. Lo annuncia lui stesso, con un video su Facebook in cui cerca però di essere rassicurante. Sta bene, lavora da casa e lancia l'appello: niente panico. Il governatore del Lazio e segretario Pd incassa l'immediata solidarietà di numerosi esponenti politici di tutti i partiti ("Forza Nicola! / VIDEO), ma la sua scelta innesca una serie di isolamenti a valanga: per precauzione tre dem - la viceministra Anna Ascani, la sindaca di Empoli Brenda Barnini e il sindaco di Firenze Dario Nardella - si sono confinati a casa dopo aver incontrato il segretario, anche se non hanno sintomi. E nel tardo pomeriggio anche il presidente della Sicilia Nello Musumeci si mette in isolamento: "Ero seduto vicino a Zingaretti". In serata il vicesegretario dem Andrea Orlando segue il gruppo e si mette a casa "nel rispetto dei protocolli sanitari".

A catena si autoisolano anche tre componenti dello staff del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio e l'esponente dem Gianni Cuperlo, che scrive: "Il messaggio Facebook di Nicola trasmette serenità e forza. Ieri pomeriggio è passato nella mia stanza per uno scambio. Penso sia giusto, avendo sentito il suo staff, scegliere l'isolamento previsto in questi casi e la verifica sull'opportunità di fare il tampone. Con la stessa serenità e rigore che chiediamo agli altri". E chiude il suo messaggio con l'augurio ormai virale: "Per quanto vale ce lo metto anch'io quel post-it a chiusura che in tanti stanno appiccicando dove capita: Andrà tutto bene!".

FOCUS / Coronavirus, le ultime notizie dall'Italia

Zingaretti su Facebook: sono positivo

"Allora è arrivato: anche io ho il coronavirus - annuncia il segretario del Pd - Ovviamente mi attengo a tutti i protocolli previsti per tutti. Sto bene ed è stato scelto dunque l'isolamento domiciliare. Continuerò da casa a seguire quello che potrò tranquillamente fare".
E continua: "La mia famiglia sta seguendo quelli che sono i protocolli. La Asl sta contattando le persone che mi sono state più vicine al lavoro per i colloqui e le verifiche del caso. Ho informato il vicepresidente della giunta regionale per mandare avanti il lavoro e il vicesegretario Orlando con gli organismi in carica seguirà tutte le attività politiche. Niente panico, combattiamo, darò il buon esempio, seguirò alla lettera le disposizioni della scienza, lavorando da casa. E combatto. A presto. Ciao". 

Zingaretti nel video ha sottolineato che seguirà "le disposizioni dei medici e della scienza, tentando di dare una mano lavorando da casa, per quello che sarà possibile, e combatto, come è giusto fare in questo momento". 

 

Bruno Vespa: sono sereno

Di tutt'altro tono la reazione di Bruno Vespa, che giovedì ha ospitato a Porta a Porta il segretario del Pd. "Essendo l'unico ad aver contattato Nicola Zingaretti scrivendogli 'in bocca al lupo' invece di terrorizzarsi - scrive il giornalista - posso dire che il suo portavoce mi ha chiamato per dirmi che vanno monitorate solo le persone che nelle ultime 48 ore sono state a 30 centimetri da lui per almeno mezz'ora... Peraltro ieri sera sono sempre stato a distanza di sicurezza da tutti i personaggi Rai presenti in studio. Li ringrazio per aver contribuito a fare una trasmissione di vero servizio pubblico premiata anche dagli ascolti (3,3 milioni. 14.2 di share)".

Tutta la politica va in quarantena

Ma non è solo il tampone a Zingaretti, a mettere paura alla politica: anche i Palazzi chiudono i battenti, e si lavora solo sui provvedimenti urgenti. Insomma, il morbo non modifica solo la vita quotidiana dei cittadini: cambia anche i tempi e i ritmi della politica. E dopo il test positivo al leader dem serpeggia la domanda: si arriverà a chiudere il Parlamento? 

La lista politici 'autoquarantenati' è lunga. Subito dopo la scoperta dei focolai in Lombardia, il deputato della Lega Guido Guidesi è stato sottoposto a isolamento in quanto residente a Codogno. Da lì è stato un crescendo: in "isolamento volontario" anche Tatjana Rojc, senatrice del Pd, l'assessore alla Sanità dell'Emilia Romagna Raffaele Donini (positivo ma asintomatico) insieme alla collega di giunta Barbara Lori. A casa anche il sindaco dem di Cesena Enzo Lattuca, ex deputato, che era stato in contatto con Donini.

Poi c'è stata l'immagine - che forse più è rimasta impressa - del presidente della Lombardia, Attilio Fontana che si è messo in autoquarantena dopo che una sua collaboratrice era risultata positiva al test, indossando una mascherina in diretta video.
In quarantena volontaria anche il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, da alcuni giorni al lavoro al Mise senza avere contatti esterni. 
Il contagio di Zingaretti preoccupa: il deputato FdI Federico Mollicone suggerisce allo stesso premier Conte di fare il tampone: "I contatti con il governo, che sta gestendo l'emergenza, sono stati sicuramente frequenti e in luoghi chiusi. Zingaretti è stato anche impegnato col ministro Gualtieri per la campagna elettorale. Sarebbe opportuno un controllo generale, a partire dal presidente Conte, dal ministro dell'Economia Gualtieri e dal ministro della Salute Speranza".

Scanner a Camera e Senato, aperti solo mercoledì

Ma è la politica nel suo insieme a subire forti restrizioni: annullati convegni, ridotte al minimo le conferenza stampa. Camera e Senato da giorni hanno varato una serie di norme stringenti: termo scanner per la rilevazione della temperatura agli ingressi, stop alle visite guidate, porte chiuse per gli esterni. 
L'attività parlamentare è ridotta al lumicino: la Camera si riunirà solo il mercoledì, per esaminare i provvedimenti urgenti. Tutto il resto viene 'congelato'. Anche il Senato ha attuato una 'stretta': battenti chiusi per le biblioteche dei due rami del parlamento, nonchè interventi straordinari di sanificazione anche in Aula. 

L'agenda vuota di Mattarella

E l'agenda ufficiale del Quirinale (pubblicata settimanalmente sul sito internet) non riporta appuntamenti. Rinviata la visita in Mozambico di Matterella, che era in programma dal 10 al 12 marzo. Annullato anche l'evento dell'8 marzo, in occasione della Festa della donna.