Luigi Di Maio oggi in Umbria (Ansa)
Luigi Di Maio oggi in Umbria (Ansa)

Bastia Umbra, 23 ottobre 2019 - Luigi Di Maio ribadisce il sostegno alla sindaca di Roma Virginia Raggi, il leader dei pentastellati assicura che il Movimento fa quadrato intorno alla prima cittadina capitolina. "Il Movimento tutto sostiene Virginia Raggi e il suo lavoro, abbiamo trovato una città in macerie", così il ministro degli Esteri in diretta Facebook da Bastia Umbra. E ancora: "Ci siamo presi la responsabilità di riavviare le gare di appalto, abbattere le ville dei Casamonica, tagliare spese inutili e investire in asfalto e si sta investendo in democrazia". Insomma "un po' alla volta faremo risorgere la città dalle macerie".

POTERI SPECIALI A VIRGINIA RAGGI - "C'e' bisogno di poteri speciali per il sindaco di Roma, abbiamo pronto il ddl per attribuire poteri speciali come in tutte le città europee, non è una questione di partito, spero sia sostenuta in maniera bipartisan e spero che il Parlamento possa approvarla entro metà dell'anno prossimo. Mi auguro che il Parlamento possa discuterlo, che si possa trovare un'intesa con tutte le forze politiche. Questa non è una questione di partito, è una questione che spero possa coinvolgere in maniera bipartisan maggioranza e opposizione", ha proseguito il leader del Movimento, auspicando l'approvazione del ddl "entro la metà dell'anno prossimo".

FRANCESCHINI: "NIENTE SUL TAVOLO" - "Penso Di Maio si riferisse a una iniziativa legislativa del suo partito per Roma Capitale perchè non è stato portato sui tavoli di governo alcun ddl su questo tema e quindi di 'pronto' non può esserci davvero nulla. Ovviamente non ci sottrarremo a una discussione su questa idea quando verrà portata nelle sedi appropriate". Così il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, delegato del Pd al Governo.

SALVINI: "INCAPACE ANCHE CON IL MANTELLO DI BATMAN" - "La Raggi non è capace. Puoi darle anche la mantella di Batman, puoi riempirla di soldi e di poteri, ma se uno non è capace di fare il sindaco, la via più dignitosa sarebbero le dimissioni". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando con i giornalisti il disegno di legge annunciato da Luigi Di Maio per dare al sindaco di Roma poteri speciali. "Bisogna far scegliere ai romani un sindaco più in gamba - ha proseguito il segretario del Carroccio, parlando da Trevi - prima si dimette e prima Roma torna a essere una città normale".