Politica
8 settembre 2018
Genova, Conte: "Su revoca decisione serena, non a rischio stato di diritto" Sul caso del ponte Morandi di Genova, "io, giurista, sono stato accusato di violare lo stato di diritto perché avevo detto che di fronte a una catastrofe del genere, con un allarme sociale diffuso, ho avviato la procedura per la revoca della concessioni. Mi hanno detto che faccio fuggire gli investitori stranieri. E' questo il capitalismo che vogliamo? Ci saranno tutte le garanzie di legge, state tranquilli, non stiamo togliendo lo stato di diritto". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte parlando alla platea del Forum Ambrosetti a Cernobbio. "Ci confronteremo, esamineremo e poi decideremo con fermezza e risolutezza. Se decideremo di andare alla revoca, decideremo serenamente", ha aggiunto. "Noi siamo per la gestione efficiente delle risorse pubbliche: a volte è più conveniente affidarsi al privato e consentiremo la remunerazione degli investimenti", ha proseguito Conte, "sappiamo cos'è il rischio d'impresa, ma anche cos'è depredare le risorse pubbliche, e non consentiremo più di farlo.
Sport Tech Benessere Moda Magazine