Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 feb 2022

Maurizio Lupi: "Tocca ai moderati guidare il centrodestra"

Il presidente di Noi con l'Italia: "Lo strappo sul Colle dimostra che la coalizione non può essere rappresentata solo da Lega e Fd’I"

1 feb 2022
elena g. polidori
Politica
Maurizio Lupi, 62 anni, presidente di Noi con l’Italia e già ministro delle Infrastrutture nei governi Letta e Renzi
Maurizio Lupi, 62 anni, presidente di Noi con l’Italia
Maurizio Lupi, 62 anni, presidente di Noi con l’Italia e già ministro delle Infrastrutture nei governi Letta e Renzi
Maurizio Lupi, 62 anni, presidente di Noi con l’Italia

Maurizio Lupi (Noi con l’Italia), il centrodestra è imploso, adesso è necessaria una "ricostruzione", come sottolineato da più parti. Vede i presupposti per questa ripartenza? "Intanto va detto che i nostri valori di centrodestra, come la libertà o la responsabilità della società civile, non possono restare senza una rappresentanza politica adeguata. Visto quello che è accaduto bisogna comprendere come rimettersi in gioco e come guardare al futuro, assumendosi la responsabilità di fare scelte concrete, con ogni soggetto della coalizione che porta all’interno del centrodestra la sua diversità. Insomma, il centrodestra non può essere portatore di un’unica proposta culturale. Ma stiamo rischiando di non centrare l’obiettivo di una proposta di governo moderata". Consiglio dei ministri a nervi tesi. L’incognita Lega pesa sul governo Chi potrebbe essere il leader di una proposta moderata? Pier Ferdinando Casini, per esempio? "È assolutamente prematuro parlarne". E perché rischiate di non centrare questo obiettivo? "Nell’ultimo periodo è venuta a mancare, dentro il centrodestra, quella valorizzazione della proposta moderata originaria di Berlusconi che invece era alla base del patto federativo con gli alleati, basato appunto sui grandi valori della destra italiana, cattolica, liberale, socialista riformista. L’elettorato del centrodestra è finito, invece, per essere rappresentato solo da Lega e Fratelli D’Italia. Noi dobbiamo chiarire non solo il ruolo centrista nel centrodestra, ma anche lo sbocco elettorale: questa alleanza è figlia di un sistema maggioritario..." Ora si comincia a parlare di un ritorno al proporzionale... "Non credo che si debba rinnegare questa cultura politica, quella del bipolarismo, che è un elemento di conquista della seconda Repubblica negli ultimi 25 anni. Per superare la crisi che attraversa ora anche la nostra proposta di governo del Paese, però, penso si debba ritornare ai valori rappresentati da Forza Italia rimettendoci insieme per interpretare e analizzare quello che ci chiede la società civile ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?