Senza fondi l’ente di ricerca di Levi-Montalcini. Il presidente: istituzioni indifferenti, chiuderemo

La Manovra non prevede fondi per l'Ebri, il centro europeo di ricerca sul cervello voluto da Rita Levi-Montalcini. Il Governo deve assumersi la responsabilità di questa grave decisione che mette a rischio il sogno della Nobel.

Nessun fondo in Manovra per l’Ebri, il centro europeo per la ricerca sul cervello voluto dalla Nobel Rita Levi-Montalcini. "Per la prima volta il contributo per i costi strutturali che la Fondazione Ebri Rita Levi-Montalcini riceve fin dal 2012 attraverso la Legge di Bilancio non è stato rinnovato", osserva il presidente della Fondazione, Antonino Cattaneo. Di conseguenza l’Istituto "dovrà chiudere", aggiunge. "È una decisione grave, della quale il Governo deve assumersi la responsabilità". E ancora: "Un segnale di assoluta indifferenza delle istituzioni verso un piccolo gioiello della ricerca italiana, che mette di fronte alla gravissima decisione di interrompere il sogno di Rita Levi-Montalcini di avere in Italia un centro di ricerca sul cervello di livello internazionale, non potendo contare sulle istituzioni".