Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Salvini a 'Porta a Porta': "Entro fine mese decreti migranti e sicurezza"

Il ministro dell'Interno a tutto campo durante la registrazione del programma. Sulle pensioni: "Quota 100? Ho chiesto al massimo 62 anni". Sulla pace fiscale: "Puntiamo a incassare 20 miliardi"

Tria: "Favorevole al taglio Irpef, ma partire in modo graduale"

Ultimo aggiornamento il 11 settembre 2018 alle 20:08
Matteo Salvini a Porta a Porta (foto Ansa)

Roma, 11 settembre 2018 - Matteo Salvini a tutto campo nella prima puntata di Porta a Porta della stagione. "Sicurezza e immigrazione saranno oggetto di due decreti che verranno portati entro questo mese in Consiglio dei Ministri e poi in Parlamento", ha detto il ministro dell'Interno. "Sull'immigrazione ci sarà un taglio dei costi" sulla quota per ogni migrante, "non più 35 euro, ma taglieremo 10/15 euro", ha detto ancora durante la registrazione.

"Quest'anno cosa faremo? L'inizio dello smontaggio della Fornero, l'avvio flat tax, la pace fiscale e l'avvio del reddito di cittadinanza purché non sia assistenza. Tutto questo rispettando i vincoli europei".

E proprio sulle pensioni: "Quota 100 con 64 anni? No, è assolutamente troppo alto. Io ho chiesto al massimo 62".

"La pace fiscale è per chi è in contenzioso"

La pace fiscale: "E' per quelli che hanno fatto la dichiarazione dei redditi, per chi è in contenzioso con Equitalia". Salvini assicura: "Non è un regalo, è gente che è disperata, che pagherebbe il 10% del dovuto". E sottolinea: "Gente che per riavere un conto corrente, correrebbe a pagare. Si possono così incassare più di 20 miliardi di euro".

Capitolo fondi Lega. "I soldi non ci sono né in Italia né in Lussemburgo. È tutto certificato", afferma il ministro. "Belsito dice di aver lasciato 40 milioni? Mi dica dove li ha lasciati - continua -. Non mi fido di chi è stato condannato a qualche anno. Non so quanto c'era in cassa nel 2013 quando sono diventato segretario, ma tutto, ogni spesa, è documentata. Non ci sono fondi all'estero. Siamo nati senza una lira ma andremo avanti lo stesso".

Berlusconi e il nodo Rai. "Conto di vederlo nelle prossime ore perché c'è un'azienda che ha voglia di correre e di crescere. Credo ci sia la possibilità di trovare un accordo".

"Io non faccio saltare i tavoli"

I sondaggi e i patti. "Io non guardo i sondaggi. Non mi interessa far saltare i tavoli". Così il vice premier commenta i risultati dei sondaggi di Euromedia Research e dell'Istituto Piepoli sulle intenzione di voto degli italiani, diffusi nel corso della trasmissione Porta a Porta. Dati che evidenziano il sorpasso della Lega sul M5S nel confronto con le ultime politiche del 4 marzo 2018. Rispondendo a una domanda su scenari ipotizzati da alcuni giornali in alternativa alla attuale maggioranza Salvini ha detto: "Io il tavolo non lo faccio saltare e io i patti sono portato a rispettarli".

L'idea della svolta nell'Ue. "L'obiettivo è quello. Lavoriamo per quello", risponde Salvini sulla possibilità di una Commissione europea a guida popolari-populisti. "Vogliamo finalmente allontanare la sinistra dal malgoverno europeo - continua -. Cancellare il duopolio socialisti-democristiani"..

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.