Chiara Appendino è il nuovo sindaco di Torino (Lapresse)
Chiara Appendino è il nuovo sindaco di Torino (Lapresse)

Torino, 20 giugno 2016 - Chiara Appendino è il nuovo sindaco di Torino. La candidata 32enne del Movimento 5 Stelle ha ampiamente recuperato gli 11 punti svantaggio del primo turno e ha avuto la meglio sul sindaco uscente del Pd Piero Fassino. Per il Pd, quella di Torino, è la sorpresa più clamorosa: sono infatti 23 anni che la città è amministrata dal centrosinistra. 

I DATI DEFINITIVI - Secondo i dati definitivi del Viminale, la candidata pentastellata ha ottenuto 202.754 preferenze attestandosi al 54,56%, mentre l'ex sindaco Piero Fassino si è fermato al 45,44% con 168.880 voti. 

LE PAROLE DI APPENDINO - "Abbiamo il dovere di ricucire una città profondamente ferita ricostruendo i rapporti di fiducia tra i torinesi e i loro amministratori", ha commentato subito dopo la vittoria una Chiara Appendino visibilmente commossa. "Ogni torinese dovrà sentire il palazzo di città come la sua casa, la cui porta sarà sempre aperta". Appendino ha poi sottolineato: "I torinesi ci hanno accolto con un rinnovato interesse per la politica. Siamo un piccolo frammento della storia della nostra città. Ci sono le vittorie per la nostra libertà e le tante vite di famiglie che qui sono venute per far crescere i loro figli. Questa eredità ho il dovere di custodirla e lasciarla migliore a chi ci succederà".  Il neo sindaco di Torino ha poi ringraziato "il predecessore Piero Fassino e la sua squadra per aver condotto questa città negli ultimi cinque anni. Ogni torinese - ha concluso - dovrà sentire palazzo di Città come la propria casa, la cui porta sarà sempre aperta".

FASSINO - "Il dato è chiaro: Chiara Appendino è il nuovo sindaco di Torino", ha commentato invece il sindaco uscente, che poi ha telefonato alla grillina per congratularsi. "Il centrodestra ha votato in blocco il Movimento 5 Stelle. Noi confermiamo i voti del primo turno, mentre il centrodestra ha fatto convergenza piena su Appendino". Una folla esultante sta ora attendendo il neo sindaco in Comune. 

Ballottaggio Torino, la seconda (tragica) profezia di Fassino