Matteo Renzi (Ansa)
Matteo Renzi (Ansa)

Roma, 5 dicembre 2016 - Nessuna sorpesa dai risultati definitivi del referendum costituzionale. Come era già chiaro dagli exit poll, il No ha stravinto alle urne decretando la sconfitta di Matteo Renzi e del suo governo. Quando è stato terminato  lo scrutinio di tutte le 61.551 sezioni d'Italia le 1.618 comunicazioni dall'estero, il Sì si attesta al 40,89% e il No al 59,11%. I voti per il Sì sono stati 13.432.208, quelli per il No 19.419.507. Le schede bianche sono state 83.417 pari allo 0,25%, le schede nulle 306.952 pari allo 0,92%. Le schede contestate o non assegnate sono 1.761. Altissima l'affluenza che ha toccato il 68,48%. Il confronto con le elezioni politiche ed europee.

AGNESE_19025368_020033

Già questa notte Matteo Renzi si è dimesso, di fatto, dal presidente del Consiglio. Oggi dovrebbe salire al Quirinale per formalizzare la fine del suo governo al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. E mentre i 5 Stelle puntano dritti al governo, anche Matteo Salvini si dice pronto alla sfida del dopo Renzi. Diverse le ipotesi in campo ora: fra le più quotate quella di Pietro Grasso traghettatore in vista dell'approvazione di una legge elettorale, necessaria per andare al voto. Grande risalto è stato dato alla sconfitta del premier dai giornali internazionali

SPECIALE / Referendum, i dati città per città

FOCUS / L'affluenza in Emilia Romagna, Marche, Toscana Lombardia