Una veduta della Camera dei deputati (Ansa)
Una veduta della Camera dei deputati (Ansa)

Roma, 17 aprile 2019 - E' il senatore di Forza Italia, Adriano Galliani, il più ricco del Parlamento. L'ex Ad del Milan dichiara al fisco nel 2018 10 milioni 698mila 939 euro. Lo segue un altro esponente azzurro, il deputato Antonio Angelucci che in base alla dichiarazione dei redditi 2018 relative al periodo d'imposta 2017 - disponibile da oggi online assime agli altri membri eletti del Parlamento e alle cariche di governo - ha un reddito imponibile di 6 milioni e 230mila euro. Mentre il più riccho del Governo giallo-verde è il ministro della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno: il suo imponibile è pari a 2.833.488 euro. Ma andiamo per gradi, di seguito tutti i redditi 2018 di Deputati, Senatori e membri del Governo.

CONTE - Il premier Giuseppe Conte nel 2018 dichiara un reddito imponibile di 370.314 euro. Fra i beni del presidente del Consiglio una Jaguar Xj6 del 1996 e un fabbricato a Roma.

DI MAIO - Il vicepremier e ministro del lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio nel 2018 ha dichiarato un reddito di 98.471 euro, identico a quelli dichiarati nei due anni precedenti. Il vicepremier ha dichiarato anche la titolarità del 50% della società di famiglia Ardima Srl e la proprietà di una Mini Cooper del 1993.

SALVINI - Il vicepremier e ministro degli Interni Matteo Salvini nel 2018 dichiara un reddito di 102.402 euro per l'incarico di europarlamentare ricoperto nel 2017, oltre a 13 mila euro per altre attività. Salvini è titolare di 3.500 azioni di A2A, 250 di Acea, 392 di Enel e 3.094 di Bg Selection, società lussemburghese di investimento a capitale cariabile di diritto.

CASELLATI - La presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, la seconda carica dello Stato ha un reddito imponibile di 414.206 euro.

FICO - Il presidente della Camera Roberto Fico nel 2018 ha dichiarato un reddito di 98.470 euro.

TRIA - Il ministro dell'Economia Giovanni Tria per il 2018 ha denunciato un reddito imponibile di 88.574 euro.

RENZI - Un reddito imponibile 2018 di 28.345 euro contro i 107.100 dell'anno precedente. I guadagni di Matteo Renzi risultano ridotti di quasi un quinto. D'altra parte, il dato della dichiarazione dei redditi pubblicata online, è relativa al 2017, anno in cui non aveva più l'incarico di presidente del Consiglio ma non era ancora stato eletto senatore.

MELONI - La leader di Fdi Giorgia Meloni risulta aver percepito nel 2017 un reddito imponibile di 97.235mila euro. Oltre ad un appartamento, Meloni dichiara la proprietà di un'auto Mini Cooper del 2015. Come candidata alle elezioni politiche del marzo 2018, ha ricevuto, secondo la dichiarazione reperibile sul sito della Camera, due distinti contributi per le spese della campagna elettorale, di 15mila e di 20mila euro.

BERLUSCONI - Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi nel 2018 ha dichiarato un reddito di 48.011.267 euro. L'ex Cavaliere è tornato ad essere censito in quanto dirigente di partito. La sua ultima dichiarazione dei redditi da parlamentare o premier è quella relativa ai redditi del 2012, che fu di poco più di 4,5 milioni, contro gli oltre 35 milioni del 2011. Nel 2010 Berlusconi aveva dichiarato un reddito di circa 40 milioni.

RENZO PIANO - Renzo Piano, senatore a vita, dichiara un reddito di 2 milioni e 407mila euro in Francia e altri 395.185 euro in Italia.

GHEDINI - L'avvocato di Silvio Berlusconi, Niccolò Ghedini, dichiara un reddito di 2milioni e 112 mila euro.

BOSSI - Quasi 95mila euro di imponibile nel 2018 per Umberto Bossi, fondatore della Lega e attuale senatore a Palazzo Madama. Per il Senatur, anche una comproprietà a Gemonio, nel Varesotto.

SGARBI - Nella dichiarazione patrimoniale di Vittorio Sgarbi, deputato del gruppo Misto, un motoscafo d'epoca, che risale al 1969, la presidenza di una fondazione omonima (Cavallini-Sgarbi) e un imponibile da 782,682 euro.

CLASSIFICA CAPIGRUPPO - E' Andrea Marcucci, presidente dei senatori del Pd, il più ricco tra i capigruppo: il suo reddito imponibile è di 717.128 euro. Il più povero risulta essere il presidente dei deputati di Fratelli d'Italia Francesco Lollobrigida con un reddito imponibile di 14.482 euro.  Alla Camera il capogruppo-paperone è Manfred Schullian del gruppo Misto con 512.946 euro di reddito imponibile, lo segue Federico Fornaro (Leu) con 110.702 euro, Graziano Delrio con 102.594 euro, Maria Stella Gelmini di Fi con 95.572 euro, il capogruppo M5s Francesco D'Uva con 94.743 euro, Riccardo Molinari (Lega) con 30.728 euro, Francesco Lollobrigida (Fdi) con 14.482 euro.  Al Senato per il capogruppo della Lega, Massimiliano Romeo, il reddito dichiarato è 100.991 euro. Il suo collega pentastellato, Stefano Patuanelli, dichiara per il 2018 un guadagno di 46.339 euro mentre la numero uno dei senatori azzurri, Anna Maria Bernini, ha un reddito di 127.368 euro. Più di lei guadagna la presidente del gruppo Misto, Loredana De Petris, che ha un imponibile di 138.460 euro. Sotto i 100mila euro ci sono anche Luca Ciriani di Fdi (70.503 euro) e la presidente delle Autonomie, Julia Unterberger (94.112 euro) 

GLI ALTRI MINISTRI -  Spulciando ancora tra i redditi il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli dichiara 212.000 euro. E ancora il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi (poco meno di 170.000), il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che ne denuncia 159mila. La 'classifica' vede poi il ministro della Salute Giulia Grillo con 125.000 euro e spiccoli, l'ex titolare delle Politiche Europee Paolo Savona che ne ha denunciati 115.000; Lorenzo Fontana, ministro per la Famiglia,  ha dichiarato 102.000 di reddito da europarlamentare.  C'è un gruppo che denuncia 95.000 euro, di cui fanno parte il ministro per le Regioni Erika Stefani, il ministro dell'Ambiente Sergio Costa, quello dell'Agricoltura Gianmarco Centinaio, quello delle Infrastrutture Toninelli e la titolare del dicastero per il Sud, Barbara Lezzi.  Duemila euro più in basso c'è il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro, il ministro dell'Educazione Marco Bussetti 67.000 euro. Ultima in classifica il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta con un imponibile 2017, di 42.670 euro.