Mercoledì 17 Luglio 2024

Rapper contro la destra. Le Pen: incitano all’odio

Polemica in Francia per la canzone di rapper contro l'estrema destra di Le Pen. Testi violenti e reazioni accese, con richiesta di sequestro da parte della leader del Rassemblement National.

Rapper contro la destra. Le Pen: incitano all’odio

Rapper contro la destra. Le Pen: incitano all’odio

È polemica in Francia per la canzone che una ventina di rapper francesi hanno scritto contro l’estrema destra di Le Pen. ‘No pasaran’, questo è il titolo, riprende il celebre slogan della guerra civile spagnola e vede alternarsi al microfono una ventina di rapper, provenienti da tutte le regioni della Francia. Tra gli altri: Akhenaton (foto), Fianso, Zola, Soso Maness, Seth Gueko e Alkpote, uniti sotto la guida di DJ Kore per urlare in rima contro Rassemblement National, all’indomani del primo turno delle elezioni legislative anticipate dove ha vinto a mani basse.

L’intento, spiegano, è di rivolgersi ai giovani, per incitarli ad andare a votare al secondo turno delle legislative anticipate francesi che si tiene il 7 luglio. Ovvero quella fetta di popolazione che a quanto pare è sempre più propensa a votare per Rn.

Alcuni passaggi nel testo sono pesanti: "Jordan, t’es mort", "Marine et Marion (Maréchal e LePen, ndr) les P*tes" e "Tous les jours fuck le Rn", "La Francia siamo noi, non questi bastardi".

Un concentrato di violenza e odio che, talvolta, invita all’omicidio, come indica il pezzo cantato dal rapper Ashe 22: "Se passano i fascisti, esco con un grosso calibro (...) Meritano di morire (ndr)".

Le reazioni da destra sono giunte tutto il giorno: Marine Le Pen reagisce su X con una selezione dei testi più violenti della canzone e chiede ai tribunali di sequestrarli. "Il Nuovo Fronte Popolare. Invitante, vero?". Jordan Bardella, presidente di Rn, del quale nel testo si invoca la morte, ha denunciato gli “inviti all’omicidio, misoginismo violento, antisemitismo grossolano e cospirazione".