Roma, 2 aprile 2020 - Con un impatto "devastante", l'emergenza Coronavirus "affonda la produzione in marzo (-16,6%) e nel primo trimestre (-5,4%)". E "le prospettive sono in forte peggioramento", rileva il centro studi di Confindustria nell'indagine rapida mensile sulla produzione industriale. La flessione nel trimestre è la maggiore registrata "da undici anni". E anche le prospettive per il futuro sono nere: nel secondo trimestre, con la chiusura delle fabrriche, si prevede un tonfo del 60% e un arretramento del Pil del 6,5%. Con l'emergenza Covi-19 una "combinazione di fattori" nell'impatto sul sistema produttivo "ha realizzato lo scenario peggiore possibile, facendo avvitare l'economia italiana in una recessione che sarà profonda e la cui durata dipenderà dai tempi di uscita dall'emergenza", ha rilevato il Centro studi di Confindustria.

Nuovo decreto e manovra

Intanto potrebbe arrivare al Consiglio dei ministri di domani un decreto che consentirà alle imprese "un più agevole accesso ai finanziamenti delle banche, fino a 200 milioni di euro, con la garanzia dello Stato". Lo ha fatto sapere il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, che entro Pasqua vorrebbe anche varare "una sorta di manovra di nuove misure economiche di importi molto rilevanti". Il premier, a quanto si apprende, riunirà questa sera alle 19.30 i capigruppo di maggioranza. La riunione avrà al centro il decreto Cura Italia e le prossime misure economiche che il governo si prepara a varare per affrontare l'emergenza.

Ue, fondo contro la disoccupazione

E per aiutare i Paesi più colpiti dal virus come Spagna e Italia la Commissione europea conferma la proposta di un fondo anti-disoccupazione SURE, "che potrà mobilitare 100 miliardi di crediti, sulla base di garanzie messe a disposizione dagli Stati membri, per 25 miliardi. L'iniziativa sarà presentata all'Eurogruppo e confido che sarà adottata velocemente", ha ribadito la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, presentando un pacchetto di misure solidali.

"Oggi l'Europa si mobilita al fianco dell'Italia, ma va riconosciuto che nei primi giorni della crisi, di fronte al bisogno di una risposta comune, in troppi hanno pensato solo ai problemi di casa propria". E' stata la riflessione della presidente della commissione Ue in una lettera su Repubblica, mentre il giornale tedesco 'Bild', il più letto in Germania, ha scritto in prima pagina "Siamo con voi", a caratteri cubitali, con una grande foto di una infermiera di Bergamo, Martina Papponetti, attorniata dalla bandiera italiana e da quella tedesca.

Usa, balzo record dei sussidi di disoccupazione

Negli Stati Uniti le richieste di sussidi alla disoccupazione sono volate alla cifra record di 6,648 milioni di unità rispetto ai 3,31 milioni della scorsa settimana. Kpmg calcola una perdita di 20 milioni di posti di lavoro negli States nelle prossime settimane.

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19