Enrico Letta corre per la carica di segretario dem
Enrico Letta corre per la carica di segretario dem

Roma, 10 marzo 2021 - Nel marasma in cui si dibatte il Pd, dopo l'addio polemico del segretario Nicola Zingaretti, circola da giorni il nome di Enrico Letta, come possibile successore. Lui sembrava tentennare, ma ora, un po' a sorpresa, Enrico-stai-sereno risponde, via Twitter, alle pressioni delle correnti dem: "Sono grato per la quantità di messaggi di incoraggiamento che sto ricevendo. Ho il Pd nel cuore e queste sollecitazioni toccano le corde più profonde. Ma questa inattesa accelerazione mi prende davvero alla sprovvista, avrò bisogno di 48ore per riflettere bene. E poi decidere". 

Zingaretti da Barbara D'Urso, la vendetta: "Nel Pd politici snob"

Cuppi: decide l'assemblea

Sulla prospettiva di Letta nuovo segretario interviene  la presidente del Pd Valentina Cuppi: "Enrico Letta è una figura autorevole, ci sono stati anche altri nomi che sono emersi, le candidature si raccoglieranno domenica durante l'assemblea, quindi fino a quel momento si continuerà a ragionare e a capire dove il partito vuole andare". E aggiunge: "Ci saranno colloqui e interlocuzioni, vedremo nelle prossime ore, ma è l'assemblea il luogo deputato a decidere e a scegliere, quindi attendo domenica".

Il pressing social della base dem

Il post di Enrico Letta sta ricevendo numerosi commenti e la maggior parte spingono l'ex-premier ad accettare. Da "Forza Enrico" a "Abbiamo bisogno di te". E ancora: "Una bellissima notizia anche solo perché sei una persona molto per bene. E credimi, di questi tempi non è affatto scontato".  "l tuo ritorno alla guida del Pd potrebbe essere l'unica ragione per tornare a votarlo", scrive un altro utente. "Presidente, è chiaro che la riflessione da parte sua si imponga. È però altrettanto spontaneo che in moltissimi si attenda un suo sì!!!". E un altro: "Presidente lei è una bella persona, è stato un grande Premier, a torto sottovalutato, alla politica italiana farebbe solo bene".  Ma c'è anche chi mette in guardia l'ex-premier: "Caro Enrico valuta approfonditamente. Il Pd è parricida oltre che fratricida!". E un altro avverte: "Attenzione il Pd è un nido di vipere". E ancora: "Non lo fare. Siamo in Quaresima, sarai un agnello sacrificale". Il più definitivo: "Decidi di no Presidente. Decidi di no. Non c'è più niente da salvare in quel Pd".