Sabato 20 Luglio 2024

Palazzo Chigi accentra la gestione dei migranti. Gelo della Lega

La Premier Giorgia Meloni ha delegato al sottosegretario Alfredo Mantovano la gestione della questione migranti. La Lega parteciperà al Comitato interministeriale, ma vuole un nuovo decreto Sicurezza. Palazzo Chigi teme obiezioni del Quirinale.

Roma, 31 agosto 2023 – La premier Giorgia Meloni ha accentrato a Palazzo Chigi la gestione della questione migranti, convocando in maniera permanente il Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica, delegata al sottosegretario Alfredo Mantovano. Vi partecipano i ministri competenti e anche i vicepremier. Freddi i leghisti, che avrebbero considerato il passaggio della regia a Palazzo Chigi e a Mantovano come un’estromissione da uno dei dossier tradizionali di loro “competenza“. Tanto da far circolare voci di un irritato rifiuto di Salvini (foto) a partecipare. La Lega, però, getta acqua sul fuoco: Salvini ci sarà. “Salvini è invitato permanentemente e a ogni riunione sarà presente, come sempre successo”, precisano fonti leghiste che ricordano anche come “gli uffici del Mit non si occupano di immigrazione come è normale e come è sempre stato”.

Matteo Salvini vuole un nuovo decreto Sicurezza
Matteo Salvini vuole un nuovo decreto Sicurezza

L’obiettivo dichiarato di Salvini è un nuovo decreto Sicurezza, “perché l'Italia non può essere il punto di arrivo dei migranti di mezzo mondo”. Ma a Palazzo Chigi sarebbero cauti nel timore che gli obiettivi leghisti possano generare obiezioni del Quirinale.  

E’ “naturale” che “si valorizzino le differenze” fra i partiti della maggioranza, ammette Giorgia Meloni, comunque “ottimista” sulle capacità di “sintesi” della coalizione e convinta che “nessuno metterà a repentaglio tutto questo per un punto percentuale alle Europee”.