Giovedì 25 Luglio 2024

Meloni sui social: “Evocano piazzale Loreto, dovrei essere massacrata a testa in giù”

La presidente del Consiglio in un videomessaggio attacca: “Noi patrioti che conoscono il verso del Tricolore. Dalle opposizioni toni da guerra civile”. Poi il riferimento alla parlamentare 5 Stelle

Roma, 25 giugno 2024 – Parla di “opposizione scomposta” sull’autonomia differenziata ma usa anche un registro emotivo.

La premier Giorgia Meloni affida a un videomessaggio sui social la difesa delle riforme del suo governo. Ma non solo. “Pensate che alla Camera dei deputati una parlamentare dei 5 stelle ha evocato per noi piazzale Loreto. In pratica io dovrei essere massacrata e appesa a testa in giù”.

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni
La presidente del Consiglio Giorgia Meloni

“Autonomia differenziata, facciamo chiarezza”

"Va avanti a passo spedito il lavoro del governo per riformare questa nazione, nonostante l’opposizione feroce di chi, dicendo ogni giorno che in Italia molte cose non vanno bene, ci propone come unico programma quello di lasciare tutto com’è”.

Dopo venti secondi sul titolo che non lascia dubbi, “Autonomia differenziata, facciamo chiarezza”, l’incipit del video di Giorgia Meloni sui social ricorda quello del lancio di un servizio giornalistico a un tg.

Niente scrivanie in legno o ambientazioni istituzionali per un videomessaggio su Facebook che ha per unico ‘ornamento’ la gigantografia di una bandiera tricolore alle spalle della presidente del Consiglio e per oggetto la difesa dell’operato di governo e maggioranza e il contrattacco rispetto alle critiche piovute dalle opposizioni.

"Sinistra scatenatissima contro le riforme”

“Contro tutte queste riforme, la sinistra, di ogni colore, è scatenatissima. Ci accusano di ogni possibile nefandezza. Sul premierato ci accusano di deriva autoritaria poi - la stoccata - si scopre che lo proponeva anche il Pds di Achille Occhetto circa 30 anni fa”. “In pratica, Occhetto era molto più avanti di Schlein e quindi anche qui vengono smentiti”, ribadisce Meloni. “Ma la cosa più ridicola è l’opposizione scomposta a un’altra riforma appena approvata, definitiva in questo caso, che e’ la legge quadro sull’Autonomia differenziata”, e qui la presidente del Consiglio entra nel vivo del messaggio social.

"Noi patrioti che conoscono il verso del Tricolore”

“Questo siamo noi, patrioti, patrioti che sanno quale sia il verso della bandiera tricolore quando la sventolano e che lavorano perché tutti i cittadini di questa nazione abbiano gli stessi diritti e le stesse opportunità”. Così la presidente del Consiglio nel fare il punto sull’autonomia in un video sui social.

"Dalle opposizioni irresponsabili toni da guerra civile”

Sull’autonomia stiamo “dimostrando che si sarebbe potuto fare anche prima, forse lo sa anche l’opposizione, forse per questo solo così nervosi e usano, irresponsabili, i toni da guerra civile perché non hanno argomenti nel merito”.

“Una parlamentare dei 5 Stelle ha evocato per noi piazzale Loreto”

“Alla Camera dei deputati una parlamentare dei 5 Stelle ha evocato per noi Piazzale Loreto, in pratica io dovrei essere massacrata e appesa a testa in giù”, la stoccata della premier.