Roma, 8 dicembre 2018 - E' iniziata con un minuto di silenzio la manifestazione della Lega in piazza del Popolo in onore delle vittime della tragedia avvenuta in discoteca a Corinaldo (Ancona). A chiederlo dal palco il ministro dell'interno Matteo Salvini. "Oggi ci stringiamo alle famiglie marchigiane per quanto accaduto - ha detto - Chi sbaglia paga. Invito a salire sul palco la parte migliore della politica". 

SALVINI_35509605_155125

Da piazza del Popolo il vicepremier ha voluto lanciare un messaggio di "unione". "Io non mollo", ha garantito, invitando i sostenitori a "marciare uniti e compatti". "Perché cercheranno di dividerci nei prossimi mesi", ha detto il segretario leghista. "Questa non è una piazza che ha tempo da perdere in odio e polemiche. La vita è troppo breve. Questa è una piazza di unione e speranza. Lasciamo a qualcun altro le polemiche", ha affermato. "Leggendo i giornali la mattina mi accorgo che siete nel giusto perché se i portavoce dei poteri forti" ci attaccano, "vuol dire che siamo nel giusto", ha continuato. "Non molleremo mai vi do la mia parola che andremo fino in fondo. Non saranno gli attacchi e le bugie a fermarci". 

image

E poi ha chiesto il mandato per trattare con la Ue "non come ministro ma a nome di 60 milioni di italiani che vogliono lasciare ai loro figli e nipoti un'Italia migliore. Se c'è il vostro mandato non abbiamo paura di niente e di nessuno". "Qualcuno - ha aggiunto Salvini - ha tradito il sogno europeo, noi daremo il sangue per una nuova comunità Europea fondata sul rispetto, sul lavoro, sulla crescita, sull'equità".

image

"Non farò saltare il governo per un sondaggio"

"Questo governo mantiene tutti i suoi impegni e dura 5 anni: sarà giudicato dal numero di culle che tornano a riempirsi in questo Paese, dal numero di bambini che nascono e tornano ad avere non un genitore 1 e 2 ma una mamma e un papà". "Adozioni più veloci e meno costose sono un dovere per un governo che vuole rispettare la sua gente", è ancora il vicepremier, che ha assicurato: "L'ultima cosa di cui hanno bisogna gli italiani sono nuove tasse il governo non metterà nessuna nuova tassa". "Non farò mai saltare un governo che lavora per gli italiani, per un sondaggio", ha concluso Salvini.

Al termine del suo intervento, Salvini si è trattenuto brevemente sul palco con la figlia Mirta. Poi si è concesso a bagno di folla tra i sostenitori. Il ministro dell'Interno ha percorso tutta la prima fila del pubblico, abbracciando e concedendosi a selfie con i militanti. In più occasioni si è arrampicato sulla transenna sporgendosi per raggiungere le file più distanti. A Salvini i sostenitori hanno consegnato regali, come quadri o una bandiera della Russia zarista. Infine, è andato a salutare un gruppo di disabili in carrozzina sotto al palco.