Piattaforma Rousseau, il voto su Draghi (Dire)
Piattaforma Rousseau, il voto su Draghi (Dire)

Roma, 8 febbraio 2021 -  Vito Crimi, il capo politico M5S assicura nessun pregiudizio su Draghi, e conferma che decideranno gli iscritti alla piattaforma Rousseau  (il votoper il 10 e 11 febbraio). "In queste ore vedo delinearsi schieramenti per il si e per il no al presidente incaricato Draghi. Sia chiaro, è una decisione importante. Ma ritengo che affidarsi al pregiudizio, alla presunzione di conoscere la verità o addirittura il futuro, sia il peggior modo di servire la nostra comunità". Su Facebook Crimi sottolinea che "come abbiamo sempre fatto, lasceremo decidere i nostri iscritti. Lo faremo nella consapevolezza che l'intelligenza collettiva supera sempre le posizioni dei singoli, e aggiunge "lo faremo soltanto dopo che il presidente Draghi ci avrà fornito gli elementi per comprendere, e deliberare".

"Il MoVimento 5 Stelle ha sempre messo l'interesse del Paese davanti a tutto, concentrandosi sui temi e sugli obiettivi comuni. Come già accaduto in precedenza, anche in questo caso faremo una scelta ponderata, non istintiva ma basata sugli atti, sui programmi e sulle reali possibilità di incidere sull'attività di governo. In queste ore vedo delinearsi schieramenti per il si e per il no al presidente incaricato Draghi", continua il post.

Per Crimi: "Chi in queste ore si sta agitando per far prevalere la propria contrarietà, o meno, lo fa senza nemmeno conoscere quali iniziative politiche il presidente incaricato intende proporre, qual è il perimetro della maggioranza che supporterebbe questo governo, se sarà composto di soli tecnici o anche di esponenti che siano espressione delle forze politiche. Quando avremo fatto chiarezza su tutti questi elementi, allora sottoporremo la decisione al voto dei nostri iscritti. Un voto, questo, che abbiamo già convocato a partire dalla giornata di mercoledì 10 febbraio", conclude.