Roma, 7 agosto 2018 - Cordoglio bipartisan, nei palazzi della politica romana, dopo lo spaventoso incidente stradale sul raccordo di Bologna, in cui è esploso un Tir provocando almeno 2 morti e 70 feriti. L'Aula del Senato ha osservato un minuto di silenzio in omaggio delle vittime. Pierfrancesco Casini, assicurando che "per tutti lo Stato dovrà cercare di fare la propria parte, in raccordo con la Regione e il Comune", ha espresso anche l'auspicio che il governo possa riferire in Aula sui fatti prima della pausa estiva.

La visita di Conte a Bologna, gli aggiornamenti


Appello subito accolto dal vicepremier pentastellato Luigi Di Maio, che  abbina a quello bolognese l'incidente di Foggia, in cui sono morti 12 braccianti africani: "Quello che noi possiamo assicurare come governo è di agire subito e rispondere alle informative urgenti proposte da alcuni senatori", ha garantito. Dopo avere espresso la vicinanza "di tutto il governo" alle vittime e ai loro familiari e ringraziato le forze dell'ordine per i soccorsi, Di Maio ha sottolineato che si tratta di "due tragedie che ci interrogano su tanti temi, la sicurezza stradale, il caporalato e tanto altro, su cui agiremo tempestivamente". Quanto all'altro vicepremier, Matteo Salvini, twitta: "Un pensiero alle vittime e ai feriti della terribile esplosione di #BorgoPanigale e un grazie di cuore ai 100 Vigili del Fuoco prontamente intervenuti sul posto".

image

CONTE A BOLOGNA -  Intanto, il premier Giuseppe Conte oggi sarà a Bologna e a Foggia "per portare la vicinanza di tutto il Governo ai feriti e ai familiari delle vittime". Il presidente del Consiglio scrive su Facebook: "Un grazie alle forze dell'ordine, ai vigili del fuoco, ai soccorritori e ai responsabili degli enti locali e regionali e della Protezione civile con i quali sono stato costantemente in contatto per tutta la giornata". In particolare il premier si recherà prima all'ospedale di Cesena, intorno alle 9, per visitare un ferito gravemente ustionato, poi potrebbe spostarsi a Bologna per una visita all'ospedale dove ci sono altri feriti. Nel primo pomeriggio si trasferirà a Foggia dove è previsto un incontro in Prefettura.

image

Anche il presidente della Camera Roberto Fico twitta: "Tutta la mia solidarietà e vicinanza va alle famiglie delle vittime dei terribili incidenti di Foggia e Bologna. Un ringraziamento sentito ai soccorritori che stanno lavorando in queste ore", mentre la presidente del Senato Maria Elisabetta  Alberti Casellati in una nota scrive: "Sono vicina ai familiari delle vittime dei due tragici incidenti avvenuti oggi a Bologna e a Foggia. Il tema della sicurezza sulle nostre strade deve essere una delle priorità del dibattito politico. Spero che si faccia presto piena luce sulla dinamica degli eventi. Ringrazio le forze dell'ordine per quanto hanno fatto in queste drammatiche ore e auguro a quanti sono rimasti feriti una pronta e totale guarigione".

Il leghista Roberto Calderoli prega per le vittime e sottolinea: "Non è oggi il giorno delle polemiche, oggi è una giornata di lutto per rispetto di queste vittime, ma per quanto riguarda l'incidente e l'esplosione di Bologna occorre aprire una seria riflessione sulle modalità del trasporto, via gomma e via ferro, di materiali infiammabili o esplosivi".

Su Facebook interviene anche il segretario dem Maurizio Martina: anche lui unisce i due incidenti di Bologna e Foggia, ringrazia "tutti i soccorritori e le forze dell'ordine" ma punta maggiormente sulle vittime pugliesi e invita ad applicare la legge 199 contro il caporalato e conclude: "Ci uniamo all'iniziativa unitaria delle organizzazioni sindacali per chiedere la convocazione urgente del tavolo interministeriale per una risposta immediata anche ai drammatici fatti di queste ore".

Al Senato il Pd interroga il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli: "E' compito delle società concessionarie prevenire incidenti sulle autostrade dovute ai trasporti pericolosi. Per questo chiediamo al ministro se non ritenga di avviare un'indagine sul tragico incidente - affermano i senatori Vincenzo D'Arienzo, Salvatore Margiotta e Bruno Astorre - E' naturale chiedersi se anche il trasporto in questione avesse tutti i requisiti per affrontare il viaggio, se il ministro intenda avviare un'indagine per verificare che tutti i requisiti di sicurezza, sia quelli riferiti al trasporto, sia quelli posti in essere dal concessionario autostradale, siano stati rispettati". 

Da parte sua Toninelli osserva: "Stiamo monitorando tutti i passaggi. Naturalmente solidarietà massima alle vittime e alle loro famiglie. Contemporaneamente stiamo cercando di garantire una circolazione accettabile in un tratto così importante per il traffico". 

Per Forza Italia esce una nota congiunta del deputato azzurro Galeazzo Bignami e della capogruppo Fi al Senato Anna Maria Bernini: "E' necessario cessare ogni tentennamento e decidere di intervenire aprendo una nuova arteria viaria a Sud, come da tempo ormai incessantemente chiediamo". In serata inerviene anche Silvio Berlusconi: "Quella di oggi è stata una giornata tragica per le strade italiane. Ho seguito con angoscia e sgomento le immagini e le notizie dei drammatici incidenti". E conclude la nota: "Incidenti così gravi impongono di dedicare ancora maggiore attenzione al delicatissimo tema della sicurezza stradale. Non smetteremo di sollecitare Governo e Parlamento ad assumere ulteriori provvedimenti sia sul piano normativo che delle infrastrutture della rete viaria".

Intanto domattina sul luogo dell'incidente e a visitare i feriti ricoverati a Bologna arriveranno i due sottosegretari della Lega Lucia Borgonzoni (Cultura) e Jacopo Morrone (Giustizia)."Saremmo accorsi sul posto già oggi - scrivono in una nota - ma correttamente accogliamo gli appelli lanciati dagli addetti ai lavori di non intasare le strade e di lasciar lavorare gli esperti". Per i due si tratta di una "tragedia che sconvolge. Siamo vicini alle famiglie delle vittime, ai feriti e ai loro familiari".

image

MONSIGNOR ZUPPI - "Cordoglio e vicinanza alle vittime, ai feriti e alle loro famiglie" sono espressi dall'arcivescovo di Bologna, monsignor Matteo Maria Zuppi. "Si tratta di un fatto tragico che spero non provochi ulteriori vittime - ha aggiunto l'arcivescovo - Come sempre Bologna saprà tirare fuori tutta la sua solidarietà istintiva che abbiamo visto in altre fatti analoghi che hanno coinvolto la città. Sono certo che anche questa tragedia sarà affrontata con il concorso di tutti".

IL SINDACO MEROLA - "Prima di tutto esprimo il mio cordoglio a nome di tutta la città alle famiglie di chi ha perso la vita in questo gravissimo incidente e rivolgo un pensiero ai feriti, tra di loro ci sono anche diversi soccorritori che non hanno esitato di fronte ai rischi che stavano correndo - ha detto Virginio Merola - Ringrazio con il cuore tutte le persone che hanno prestato i soccorsi e si sono date da fare, abbiamo di fronte una grande tragedia che ha coinvolto non solo un tratto autostradale ma un quartiere della nostra Bologna. Il Comune, attraverso gli uffici e gli assessori competenti, è al lavoro per fare tutto ciò che è necessario in coordinamento con le altre istituzioni. Come sempre Bologna sa reagire e agire, questa è la forza della nostra città".