29 dic 2021

Quirinale: Berlusconi fa sul serio, partono le chiamate ai suoi

Il Cavaliere impegnato in prima persona per convincere il maggior numero di grandi elettori. Regali, quadri, promesse. "Alla quarta ce la faccio"

antonella coppari
Politica
Il leader di Forza Italia ed ex presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, 85 anni
Il leader di Forza Italia ed ex presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, 85 anni

Si narra che Vittorio Sgarbi l’abbia messa giù piatta: "Non sono proprio dei capolavori". In effetti, i quadri con scorci veneziani inviati quest’anno ai parlamentari e ai leader di tutti i partiti da Silvio Berlusconi non sono tele da museo. Pare che vengano essenzialmente dalle aste televisive. Ma, si sa, quel che conta è il pensiero e "soprattutto la firma", chiosa un senatore forzista alludendo, s’intende, non al pittore ma al donatore. Quello dei quadri in occasione delle feste per il Cavaliere è un regalo abituale, stavolta però acquista un significato in più: da mesi il leader azzurro è in campagna ’quirinalizia’ e usa tutte le armi a disposizione, inclusa una capacità di seduzione che certo non gli manca. Corteggiamento serrato, senza perdere un compleanno o un onomastico, occasione d’oro per alzare la cornetta, onorare il festeggiato con autorevoli auguri, accattivarselo. Una certa valenza diplomatica ce l’ha probabilmente anche la telefonata a Mario Draghi, gesto di cortesia spontaneo ma anche teso a evitare la possibile contrapposizione descritta dal Manifesto come guerra dei nonni. Non c’è solo la marcatura ad uomo. Con i cattolici l’offensiva è serrata, affidata ai fedelissimi interni a quel mondo, senza escludere iniziative ufficiali come l’interrogazione alla Commissione Ue con la richiesta di attivarsi contro le persecuzioni anti-cristiani in India e Myanmar. L’oggetto di corteggiamento più inatteso e perseguito con più tenacia sono gli ex nemici grillini. Sa che per molti di loro portare avanti la legislatura ancora per un anno è questione, se non di vita o di morte,di notevole importanza anche materiale. Malgrado il "tutti ma non lui" di Conte, conscio che i pentastellati poco amano Draghi, il Cavaliere concentra le sue blandizie su di loro. Una volta difende il reddito di cittadinanza, un’altra elogia le radici popolari di M5s, un’altra ancora include Di Maio ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?