Roma, 7 febbraio 2021 - Conclusosi ieri il primo giro delle consultazioni, Mario Draghi si è preso una domenica di riflessione prima di tornare a Roma domani mattina (lunedì 8 febbraio) per un secondo giro di consultazioni con partiti e parti sociali. Quando nascerà quindi il governo Draghi? I tempi sembramo stretti e in vista ci sono già i primi provvedimenti da prendere sul fronte dell'emergenza Covid (lunedì 15 febbraio ad esempio scade il divieto di spostamento tra le regioni gialle sancito dal Decreto gennaio).

Renzi: "Ecco perché ho aperto la crisi"

Domenica 7 febbraio

Mario Draghi è nella sua casa di Città della Pieve. L'ex presidente della Bce non è stato visto uscire dalla villa immersa nella campagna tra Umbria e Toscana, i cui cancelli sono presidiati da una pattuglia dei carabinieri. Negli ultimi giorni, pur essendo rientrato a Città della Pieve ogni sera
dopo gli impegni romani, il premier incaricato ha evitato apparizioni pubbliche in paese, che fino a Natale erano state abbastanza frequenti. Anche il parroco, don Augusto Panzanelli, che presiede le celebrazioni a cui il professore era solito partecipare, sostiene di averlo visto a messa nelle ultime
settimane.

Lunedì 8 febbraio

Il presidente del Consiglio incaricato ha fissato il calendario di un secondo giro di consultazioni. Questo il calendario reso noto:

Ore 15: Gruppo Misto della Camera e Minoranze Linguistiche. Ore15,30: Maie - Movimento associativo italiani all’estero / Psi. Ore 16: Azione / +Europa - Radicali Italiani (componente gruppo misto Camera) / + Europa/ Azione (componente gruppo misto Senato). Ore 16,30: Noi con l’Italia / Usei / Cambiamo! / Alleanza di centro (componente gruppo misto Camera) / Idea e Cambiamo (componente gruppo misto Senato). Ore 17: Centro Democratico / Italiani in Europa (componente gruppo misto Camera). Ore 17,30: Gruppo per le Autonomie (Svp - Patt, Uv) del Senato.

Draghi: "Il mio piano per rilanciare l'Italia"

Martedì 9 febbraio

Draghi completerà il secondo giro di consultazioni. Questo il calendario:

Ore 11: Gruppo Europeisti / Maie / Centro democratico Senato. Ore 11,45: Gruppo Liberi e Uguali Camera - Componente Liberi e Uguali Senato. Ore  12,30: Gruppi Italia Viva della Camera e Italia Viva- Psi del Senato. Ore 13,15: Gruppi Fratelli d’Italia di Camera e Senato. Ore 15: Gruppi Partito Democratico di Camera e Senato. Ore 15,45: Gruppi Forza Italia / Berlusconi Presidente / Udc del Senato. Ore 16,30: Gruppi Lega / Salvini premier / Partito sardo d’azione del Senato. Ore17,15: Gruppi Movimento 5 Stelle di Camera e Senato.

Terminate le consultazioni il premier incaricato potrebbe salire subito al Quirinale per sciogliere la riserva con il capo dello Stato con cui potrebbe avere un decisivo colloquio sulla composizione della squadra dei ministri. 

Mercoledì 10 febbraio

Se la quadra sulla definizione delle caselle per gli incarichi di governo dovesse essere già raggiunta, mercoledì potrebbe anche essere il giorno del giuramento di Draghi e dei ministri nelle mani del presidente Mattarella. Con il giuramento il nuovo governo entra in carica. E' chiaro che questa road map è struingente. E potrebbe anche succedere che la formazione del governo richieda più tempo. In questo caso il giuramento potrebbe slittare a giovedì o venerdì.

Giovedì 11 febbraio

Incaso di rapida soluzione invece il nuovo esecutivo potrebbe presentarsi alla Camera per ottenere la fiducia già giovedì (ci sono dieci giorni di tempo ma ovviamente i tempi saranno accorciati al massimo).

Venerdì 12 febbraio

Dopo, la Camera toccherà al Senato votare la fiducia al governo Draghi che se la otterrà entrerà nel pieno delle sue funzioni.