Matteo Renzi in Pakistan con il premier Imran Khan e Josè Maria Aznar
Matteo Renzi in Pakistan con il premier Imran Khan e Josè Maria Aznar

Roma, 17 febbraio 2020 -  Se cade il governo non si va a votare. Ma ci sarà un nuovo governo. Parola di Matteo Renzi che dal Pakistan dove si trova (il viaggio è già un caso politico) affida a un post su Twitter l'aggiornamento sul matrimonio sempre più scricchiolante tra Italia Viva e il resto della compagine governativa del Conte bis. "Io non voglio andare a elezioni. Erano altri quelli che avevano già fatto l'accordo con Salvini. In più le elezioni non ci saranno per mesi (dopo il referendum di marzo vanno rifatti i collegi e dunque servono tempi tecnici). Per cui, se cade il Governo Conte Bis, ci sarà un nuovo Governo. Non le elezioni". Renzi ha risposto così a chi gli chedeva: "Ma perché vuoi andare alle elezioni adesso? Così vince Salvini". 

Il Colle non cerca altre maggioranze

Renzi ha fatto sentire la sua voce anche attraverso la sua Enews: "Una parte del Governo e della maggioranza ha lavorato per tutta la settimana per buttarci fuori. Che settimana incredibile abbiamo passato! Sono ormai abituato alle Fake News ma tante così - tutte insieme - non le avevo sentite nemmeno ai tempi d'oro. Una parte del Governo e della maggioranza ha lavorato per tutta la settimana per buttarci fuori e fare a meno dei nostri voti, perché noi sulla prescrizione non ci siamo accodati alla incomprensibile svolta giustizialista del Pd".

Un Conte Ter?

Ha parlato anche dell'ipotesi di un Conte Ter: "Se avranno i senatori che stanno cercando e i numeri per il Conte ter noi saremo felicemente all'opposizione. Da molti giorni nostri senatori sono avvicinati da inviti a lasciare Italia Viva. Conosco i senatori di Forza Italia e non ne vedo dieci pronti ad andarsene. Più ci attaccano, più capiscono chi siamo. Persone per bene, che non sono in vendita. E che possono rinunciare domattina a un incarico di governo in nome di un'idea. Non sono mai stato così felice della bellissima comunità di donne e uomini di Italia Viva come in questa settimana".

La prescrizione

E sulle polemiche rocventi sul caso prescrizione ha sottolineato: "Nessuno di noi ha detto che vogliamo sfiduciare Conte. Abbiamo detto che non condividiamo la battaglia sulla prescrizione. E che faremo valere su quella i nostri numeri. Punto. Noi su questo non torniamo indietro. Per noi, la prescrizione non vale la fine del Governo: ecco perché Bonafede farebbe bene a fermarsi lui, prima di combinare il patatrac".

L'Iva

Renzi è intervenuto anche sull'Iva: "In autunno il Giappone ha aumentato l' Iva. E i dati di oggi mostrano un crollo del Pil di più del 6% annuo. Aumentare l' Iva è un danno terribile. Grazie a Italia Viva qui l'abbiamo evitato. E finché saremo al governo continueremo a evitarlo. Un abbraccio a tutti gli esperti che volevano aumentare l' Iva anche in Italia".