Il premier Giuseppe Conte (Ansa)
Il premier Giuseppe Conte (Ansa)

Roma, 15 febbraio 2020 - Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a quanto si apprende, è salito questa mattina al Quirinale per un incontro con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per un approfondimento della situazione politica dopo le fibrillazioni che hanno interessato la maggioranza e il governo. Il presidente del Consiglio avrebbe riferito al capo dello Stato le ultime novità di politica interna e fatto il punto sulle vicende nazionali e internazionali aperte. Un'udienza che ha fatto seguito ai contatti avvenuti nei giorni scorsi. Il Quirinale ha confermato i contatti col premier.  

La crisi politica nella maggioranza di governo è conclamata. Le ripetute intemperanze dei renziani, che in settimana hanno votato quattro volte con l'opposizione, disertato il Consiglio dei ministri che ha dato il via libera alla riforma del processo penale con il lodo sulla prescrizione, e tutt'ora minacciano la sfiducia al Guardasigilli, Alfonso Bonafede, stanno portando la tensione oltre il livello di guardia. "E' l'atteggiamento che ci si aspetterebbe da un partito di opposizione aggressivo e anche un po' maleducato", taglia corto il premier, Giuseppe Conte. E su possibili scenari che riguarderebbero un drappello di "responsabili" al Senato, disposti a puntellare la maggioranza contro eventuali defezioni di Italia Viva. La guerriglia in atto nella maggioranza non è più questione solo di divergenze sulla giustizia e l'incontro di Conte e Mattarella sembra confermarlo.