Bruxelles, 9 settembre 2019  - Paolo Gentiloni verso la poltrona di responsabile degli Affari economici e monetari della Commissione europea, salvo colpi di scena dell'ultim'ora, riferiscono fonti Ue a Bruxelles. "Un ex primo ministro che arriva da un grande Paese membro", come Gentiloni, "ha sempre la competenza per prendere un portafoglio importante. Ma aspettiamo e vediamo", queste le parole di Guenther Oettinger, commissario europeo al Bilancio, membro della Cdu tedesca e del Ppe alla domanda se approva l'intenzione di affidare all'ex presidente del Consiglio ed ex ministro degli Esteri la delega agli Affari Economici nella prossima Commissione. 

La presidente eletta svelerà le attribuzioni dei portafogli domani a mezzogiorno, fino ad allora potranno esserci delle modifiche. In precedenza Ursula von der Leyen aveva approvato la lista dei commissari designati, che le era stata trasmessa dal Consiglio dell'Unione europea. "Ciò fa seguito a una serie di colloqui formali che la Presidente eletta von der Leyen ha tenuto nel corso delle ultime settimane con ciascuna delle persone proposte dagli Stati membri come candidati alla carica di commissario", spiega la Commissione in una nota. 

Ora spetta al Consiglio dell'Unione europea adottare l'elenco dei candidati, come previsto dall'articolo 17, paragrafo 7, del trattato sull'Unione europea (TUE). L'elenco sarà poi pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. Successivamente il Parlamento europeo dovrà approvare l'intero Collegio dei Commissari, compresi la Presidente e l'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza e Vicepresidente della Commissione europea. Il voto del Parlamento è preceduto dalle audizioni dei commissari designati, che avverranno nelle commissioni parlamentari competenti. Non è detto che tutti i commissari candidati vengano confermati. La Commissione dovrebbe entrare in carica il primo novembre.

Ecco l'elenco completo dei 27 commissari: Austria, Johannes Hahn; Belgio, Didier Reynders; Bulgaria, Mariya Gabriel; Croazia; Dubravka Suica; Cipro, Stella Kyriakides; Repubblica Ceca, Vera Jourova; Danimarca, Margrethe Vestager; Estonia, Kadri Simson; Finlandia, Jutta Urpilainen; Francia, Sylvie Goulard; Grecia, Margaritis Schinas; Ungheria, Laszlo Trocsanyi; Irlanda, Phil Hogan; Italia, Paolo Gentiloni; Lettonia, Valdis Dombrovskis; Lituania, Virginijus Sinkevicius; Lussemburgo, Nicolas Schmit; Malta, Helena Dalli; Paesi Bassi, Frans Timmermans; Polonia, Janusz Wojciechowski; Portogallo, Elisa Ferreira; Romania, Rovana Plumb; Slovacchia, Maros Sefcovic; Slovenia, Janez Lenarcic; Svezia, Ylva Johansson. Josep Borrell (Spagna) è stato designato Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza da parte del Consiglio europeo, di comune accordo con la Von der Leyen.

Mercoledì pomeriggio alle 16 il presidente della Commissione uscente Jean Claude Juncker incontrerà il premier Giuseppe Conte. In giornata il primo ministro vedrà la nuova presidente della Commissione Ursula von der Leyen, e anche il futuro presidente Ue Charles Michel. Gli incontri con stati chiesti da Conte per spiegare il nuovo corso politico nazionale.